Maker Art: arte, scienza e tecnologia nell’edizione 2020 di Maker Faire Rome

La scienza incontra l’arte. Dalla realtà aumentata alla robotica, un’esperienza a 360° nella digital art.

 

Con Maker Faire Rome 2020, la scienza incontra l’arte. Quest’anno Maker Faire è interamente online: con Maker Art 2020 avremo una selezione di opere a metà tra arte e tecnologia attraverso un percorso che mostra l’arte dell’innovazione tecnologica in diverse forme. Dalla realtà aumentata – in collaborazione con AR Market – alla robotica, passando per sound art e videoarte.

Maker Art nasce come un progetto che ha alla base l’idea che oggi l’arte possa avere come mezzo d’espressione anche le nuove forme di tecnologia sviluppate nel corso degli ultimi decennio, e che tramite queste possano avvicinare gli spettatori in un’esperienza sempre più immersiva.

Il curatore

Valentino Catricalà

Art consultant per il Sony Lab di Parigi. Collabora, inoltre, con il CyLand Media Lab di San Pietroburgo, la Manchester Metropolitan University ed è membro dell’Hyphen Hub Community di New York. Valentino è stato fondatore e direttore artistico del Media Art Festival di Roma (Museo MAXXI) e coordinatore dei programmi Arte della Fondazione Mondo Digitale.

 

Valentino Catricalà

Valentino Catricalà è, inoltre, curatore del Kunstraum Goethe (Art Space) per il Goethe Institut di Roma. È autore dei libri Media Art. Prospettive delle arti verso il XXI secolo. Storie, teorie, preservazione (Mimesis, 2016) e The Artist Inventor (Rowman & Littlefield, Londra 2021).

Ha curato mostre in importanti musei e istituzioni internazionali fra i quali: Minnesota Street Project (San Francisco), Ermitage (San Pietroburgo), Palazzo delle Esposizioni (Roma), MAXXI (Roma), Museo Riso (Palermo), Media Center (New York), Stelline (Milano), Istituto Italiano di Cultura Nuova Dheli (India), Manchester Metropolitan University (UK), Centrale Idrodinamica (Trieste). Su questi temi è dottore di ricerca presso l’Università degli Studi Roma Tre, è stato Part-Time Post Doc Research Fellow nella stessa Università. Ha svolto ricerche in importanti centri quali lo ZKM di Karlsruhe, la Tate Modern, l’Università di Dundee.

Progetti in realtà aumentata

Tramite la collaborazione con AR Market, tre fra i più importanti artisti della realtà aumentata in Europa offriranno al pubblico la possibilità di rappresentare  uno dei loro concept sfruttando le potenzialità della tecnologia digitale della Realtà Aumentata. Le esperienze sviluppate per gli artisti da AR Market saranno fruibili tramite l’App personalizzata per Maker Art usando un tablet o smartphone, in qualsiasi luogo le persone si trovino, anche facilmente da casa.

Rä di Martino, una delle più importanti rappresentanti della video art italiana, ricreerà in realtà aumentata una delle piazze più celebri di Roma in una visione distopica di un futuro lontano annientata dal cambiamento climatico.

Elena Bellantoni,invece, accompagnerà lo spettatore in un percorso di approfondimento tra il teatro, la danza e le arti performative: in un progetto che ruota attorno al linguaggio e l’uso del corpo come forma di espressione e interazione con l’altro, in uno spettacolo virtuale di performance art incentrato sulle teorie del cambiamento climatico.

Con Antoni Abad, invece, l’utente avrà la possibilità di rincorrere e schiacciare degli scarafaggi — virtuali, naturalmente — che una volta schiacciati si tramuteranno in denaro e si dissolveranno, in un’interessante metafora sulla situazione economica a noi contemporanea e sul rapporto tra uomo e denaro. Non solo esempi di virtuosismo tecnologico ed esercizi di stile, dunque, ma anche opere di sensibilizzazione e spunti di riflessione su temi particolarmente importanti negli ultimi anni come il cambiamento climatico, l’impatto ambientale e il consumismo nell’età moderna.

I tre progetti saranno fruibili scaricando una apposita app (iOS e Android)

Between Art and Cinema 

Nato da una collaborazione tra Maker Faire Rome e RAI Cinema, Between Art and Cinema è un progetto che prende vita nel dialogo tra la piattaforma Maker Faire Rome e l’app di RAI Cinema in un’esperienza a 360° tra realtà aumentata e cinematografia nel connubio tra nuove tecnologie e forme d’arte tradizionali che sono al centro dell’interesse di Maker Faire Rome di avvicinare le persone alla tecnologia e alla sensibilizzazione verso tematiche ambientali di vario genere.

Dunque nell’edizione 2020 di Maker Faire Rome sarà possibile visionare le opere di artisti come Jakob Kudsk Steensen con la sua Aquaphobia, nata dal lavoro ispirato a studi psicologici sul trattamento fobia dell’acqua come spunto di riflessione per concentrarsi sulla relazione che l’uomo ha con il futuro del cambiamento climatico e l’innalzamento del livello dei mari.

Saranno inoltre presenti anche artisti del settore come Lino Strangis con The Robot Butterfly, in un bosco fantastico abitato da centinaia di intelligenze artificiali o Chiara Passa con la sua opera Still Life e molti altri.

Opere online, talk e conferenze

Tra le altre opere online proposte dall’edizione online di Maker Faire Rome 2020 vediamo AlphaGarden di Ken Goldberg (presente anche nei talk di questa edizione) con un robot dotato di AI capace di fare giardinaggio in un giardino con piante multispecie in un lavoro dove intelligenza naturale e artificiale si uniscono tra loro, ma anche performance di sound art con Roberto Pugliese. Tra gli ospiti vi saranno inoltre Miltos Manetas, Quayola, Donato Piccolo e artisti internazionali che mostreranno l’arte dell’innovazione tecnologica.

In collaborazione con l’ambasciata degli Stati Uniti, Maker Faire Rome 2020 darà spazio alla voce dell’innovazione scientifica e artistica con personalità come Lev Manovich per tutto ciò che riguardano le teorie dei nuovi media, Christiane Paul e Barbara London per scoprire interessanti dossier circa Digital Art e Sound Art  ma anche Asher Remy-Toledo, direttore dell’Hyphen Hub, onlus che esplora e promuove l’utilizzo di nuove forme d’arte integrate alla tecnologia attraverso performance live, installazioni artistiche ed esperienze dove scienza e tecnologia s’incontrano tra loro. Inoltre riavremo Ken Goldberg,  professore universitario ed esperto di robotica all’Università della California, a Berkeley, Steve Lambert e Anouk Wipprecht.

Anouk Wipprecht, Fashiontech

Anouk Wipprecht sara’ anche tra i keynote speaker della Opening Conference di Maker Faire Rome in programma giovedi 10 dicembre, dalle ore 18.00

Segui Maker Faire Rome 2020 dal 10 al 13 dicembre: una intera sezione dedicata a questi argomenti ti aspetta su www.makerfairerome.eu 

La partecipazione è gratuita!

UNTIL WE MEET AGAIN


Maker Faire Rome – The European Edition si impegna da ben otto edizioni a rendere l’innovazione accessibile e fruibile con l’obiettivo di non lasciare indietro nessuno offrendo contenuti e informazioni in un blog sempre aggiornato e ricco di opportunità per curiosi, maker, startup e aziende che vogliono arricchire le proprie conoscenze ed espandere il proprio business, in Italia e all’estero.
Iscriviti alla nostra newsletter: riceverai solo le informazioni giuste per approfondire i temi di tuo interesse.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

MAKER FAIRE ROME 2021 PARTNER

Promosso e organizzato da

Con il supporto di

In collaborazione con

Con il patrocinio di

In partnership con

MAIN PARTNER

GOLD PARTNER

Silver partner

BRONZE PARTNER

MAIN MEDIA PARTNER

MAIN MEDIA PARTNER PRESS & DIGITAL

TECHNICAL MEDIA PARTNER

MEDIA PARTNER

CONTENT PARTNER

FOOD TECHNICAL PARTNER

© 2021 Maker Faire Rome - The European Edition
Innova Camera - Azienda Speciale della Camera di Commercio di Roma - P.IVA e C.F 10203811004 - www.innovacamera.it
Privacy policy