Autosterilizzante e potenzialmente infinita: è Razer, la mascherina rivoluzionaria vista al CES di Las Vegas

Impermeabile, resistente ai graffi, trasparente e persino dotata di luci LED, Razer promette di conquistare il mercato

 

Si chiama Project Hazel, il prototipo di mascherina smart presentato da Razer al CES 2021. Dall’estetica sofisticata alle molte funzioni, asseconda la storia del brand produttore, multinazionale di Singapore che da sempre si distingue per gli effetti luminosi presenti su molti suoi prodotti, dai notebook alle cuffie.

Razer, questo il nome dell’azienda, sostiene di aver creato la mascherina N95 più intelligente al mondo. Per ora è ancora solo un progetto ma di tutto rispetto. La “scocca” esterna è lucida, in plastica riciclata; è impermeabile, resistente ai graffi e trasparente sulla parte frontale per consentire alle altre persone di vedere la bocca e le espressioni del viso di chi la indossa, rendendola quindi adatta davvero a tutti, anche ai non-udenti. Fedele all’estetica del suo produttore, non possono mancare le luci Led e, infatti, Project Hazel prevede anche quelle, colorate.

Mascherina
Fonte: Razer Press Kit

Le luci LED sono compatibili con Razer Chroma, un sistema di illuminazione a colorazione variabile che può essere modificato via software. In sostanza ognuno dei due anelli, posti ciascuno ad ogni lato della mascherina, può brillare del colore che l’utente preferisce. Inoltre, le luci si accendono automaticamente al buio per mostrare la bocca: funzione, sicuramente, che strizza l’occhio ad un certo immaginario cyberpunk.

Una mascherina tech e performante

La mascherina punta a massimizzare la protezione individuale, grazie ad un sistema di ventilazione attiva e alla presenza di filtri usa e getta.

Il sistema di ventilazione filtra l’aria respirata, così come la CO2 che viene espirata, mentre le zone a contatto con la pelle sono state rivestite di materiale più morbido, per un comfort maggiore e una migliore vestibilità.

Sotto il profilo della certificazione, Project Hazel si colloca tra le FFP-2, filtrando il 95% delle particelle sospese nell’aria. Uno standard che la rende assolutamente adeguata alla protezione dal COVID-19 e da altri agenti patogeni comuni.

Sono, inoltre, presenti microfoni che amplificano la voce attraverso la mascherina e l’azienda ha dichiarato di star lavorando con i tecnici del suono THX per trovare un equilibrio in termini di volume.

Una volta utilizzata, può essere infine riposta nella sua custodia protettiva, che svolge due funzioni: ricaricare il dispositivo e sterilizzarlo tramite raggi UV. Perfetta per i pigri o per chi va sempre di fretta, visto che si sterilizza automaticamente nella sua custodia.

 

Custodia Mascherina Razer
Fonte: Razer Press Kit

 

Al momento non sono stati annunciati prezzi e uscita, dato che il prodotto è ancora soltanto un concept.  L’azienda, infatti, non ha ancora ottenuto le approvazioni e le certificazioni dalla FDA e altri enti, ma sta lavorando insieme a una squadra di medici e scienziati per perfezionare il progetto.

Vuoi capire meglio come si sia arrivati al suo sviluppo e cosa preveda? Scoprilo nel video:

 

CES 2021: le tecnologie per la salute

Nessuna sorpresa dal CES di quest’anno: ci si aspettava moltissime tecnologie per la salute e la sanificazione e, di sicuro, l’evento non ha tradito queste aspettative.

E’ stato presentato di tutto, dai purificatori d’aria indossabili, ai dispositivi volti a rendere l’aria e l’acqua più pulite, ai robot per l’assistenza sanitaria. 

Sempre restando sul tema mascherine, un altro progetto interessante è quello di AirPop Active + che si comporta come  un fitness tracker misurando i dati respiratori di chi la utilizza e la qualità dell’aria dell’ambiente circostante. La chiave è in un sensore collegato ad una app, che permette di monitorare lo stato della respirazione di chi lo indossa e la quantità e qualità di sostanza inquinanti bloccate dal filtro. Diversamente da Project Hazel, questa mascherina sarà a breve in vendita a 150 dollari.

MaskFone, invece, unisce la classica mascherina a cuffie Bluetooth, in un dispositivo che permette di ascoltare musica o fare telefonate. E’ dotata di un filtro N95 con auricolari e microfono wireless integrati. Offre la possibilità di controllare volume e comandi direttamente dalla maschera. Anche questo modello sarà presto in vendita sul mercato americano per circa 50 dollari. 

Anche i big della tecnologia si sono spesi per i dispositivi di protezione individuali: cosi LG con PuriCare, un purificatore d’aria indossabile che sembrerebbe proteggere il sistema respiratorio grazie a due filtri capaci di catturare fino al 99,95% di virus, batteri e allergeni. Al netto della pandemia, un oggetto indispensabile per gli allergici di ogni età e latitudine.

La piattaforma TechforCare

Quanto visto al CES di Las Vegas è soltanto una piccola parte delle migliaia di progetti nati sulla spinta della pandemia. Moltissime le prototipazioni di soluzioni; meno, invece, le occasioni per inventori e innovatori di incontrare aziende manifatturiere e produttrici capaci di accogliere i loro progetti e tradurli in prodotti ready to market. 

Maker Faire Rome ci ha pensato creando TechforCare, una piattaforma open source a supporto dell’emergenza sanitaria nata grazie alla collaborazione con I-RIM, l’Istituto per la Robotica e le macchine intelligenti.

Sulla piattaforma sono disponibili una selezione di risorse, soluzioni, tecnologie, macchine intelligenti e robot per contrastare l’epidemia ed i suoi effetti, oggi e ovunque servano. I progetti sono accessibili e disponibili per tutti gli operatori sanitari e coloro impegnati a produrre beni e servizi essenziali. Quindi, chiunque conosca reali bisogni di aiuto potrà descrivere le necessità, cercare tra le soluzioni disponibili o collaborare a definire nuove soluzioni. Se sei un maker, uno sviluppatore, un’azienda, un ricercatore, un ingegnere delle macchine intelligenti, un esperto di robotica e vuoi contribuire, sottoponi il tuo progetto. Questa piattaforma farà incontrare necessità e soluzioni.

Scopri tutti i progetti già sviluppati; cerca chi può aiutarti con il tuo su TechforCare.

Fonti: Mashable I TechNews I Razer


 

Maker Faire Rome – The European Edition si impegna da ben otto edizioni a rendere l’innovazione accessibile e fruibile con l’obiettivo di non lasciare indietro nessuno offrendo contenuti e informazioni in un blog sempre aggiornato e ricco di opportunità per curiosi, maker, startup e aziende che vogliono arricchire le proprie conoscenze ed espandere il proprio business, in Italia e all’estero.

Seguici, iscriviti alla nostra newsletter:ti forniremo solo le informazioni giuste per approfondire i temi di tuo interesse.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

MAKER FAIRE ROME 2021 PARTNER

Promosso e organizzato da

Con il supporto di

In collaborazione con

Con il patrocinio di

In partnership con

MAIN PARTNER

GOLD PARTNER

Silver partner

BRONZE PARTNER

MAIN MEDIA PARTNER

MAIN MEDIA PARTNER PRESS & DIGITAL

TECHNICAL MEDIA PARTNER

MEDIA PARTNER

CONTENT PARTNER

FOOD TECHNICAL PARTNER

© 2021 Maker Faire Rome - The European Edition
Innova Camera - Azienda Speciale della Camera di Commercio di Roma - P.IVA e C.F 10203811004 - www.innovacamera.it
Privacy policy