Soluzioni e progetti Open Source realizzati da Maker per i Maker a MFR 2022

sono stati tanti i progetti Open Source realizzati dai Maker  su robotica, elettronica, meccanica e coding 

Una selezione di progetti che hanno preso parte alla decima edizione di Maker Faire Rome, pensati per rendere l’innovazione alla portata di tutti

 

I Maker sono da sempre i protagonisti indiscussi di Maker Faire Rome: ingegneri, artisti, studenti che formano una vera e propria community fatta di persone ma anche di start up e imprese, accomunate dalla stessa passione, quella per l’innovazione.

Uno dei pilastri portanti del movimento Maker è sicuramente l’Open Source, cioè la condivisione di processi, risorse e mezzi da parte di persone che offrono liberamente il loro contributo, grazie ai quali è possibile sviluppare un prodotto per addizione.

È vero, l’Open Source esiste da diverso tempo nel mondo software: pensiamo, ad esempio, al sistema operativo Linux o al browser Firefox, nati rispettivamente nel 1991 e nel 2002, ma la svolta è che oggi questo concetto si è esteso anche alla produzione di beni fisici o servizi, superando le costrizioni imposte da brevetti, proprietà intellettuali e copyright.

In questo articolo vi presentiamo una selezione di progetti presentati durante la decima edizione di MFR, realizzati da Maker per i Maker, nell’ottica di rendere l’innovazione e discipline come la robotica, l’elettronica, la meccanica o la programmazione, davvero accessibili a tutti.

 

PicoBricks

PicoBricks è un dispositivo pensato per essere utilizzato da Maker esperti o alle prime armi in una vasta gamma di progetti ed è composto da una scheda di sviluppo elettronica, un software e una protoboard che permette l’aggiunta di nuovi moduli.

PicoBricks si rivolge a chi è appassionato di elettronica e codifica: i principianti, anche senza nessuna conoscenza pregressa, troveranno semplice il suo utilizzo grazie all’hardware modulare, all’ambiente di codifica a blocchi Scratch-like e al simulatore, mentre chi ha già esperienza nel campo, utilizzeranno PicoBricks per approfondire l’elettronica o per esplorare la codifica in Python. Anche i produttori professionisti, inoltre, potranno apprezzare quanto velocemente possono esplorare idee e creare prototipi con questo dispositivo.

Il progetto è stato sviluppato da Robotistan, una start-up di e-commerce nata nel 2010 da 6 amici in un club universitario, con lo scopo di realizzare prodotti DIY da vendere al pubblico. Oggi Robotistan conta oltre 60 membri e sviluppa nuove tecnologie, scrive contenuti di know-how e crea prodotti innovativi venduti in tutto il mondo.

 

Ant WorkFlow: PCB Fabrication @Home

Ant Workflow è un dispositivo che racchiude tutto ciò che serve a un maker per realizzare circuiti elettronici: un CNC, un software open source, una scheda controllo e tanta passione.

È composto da: The Ant, una compatta CNC ottimizzata per la fresatura di PCB; The Ant Farm, un nuovo software Open Source che guiderà i makers nella realizzazione dei propri progetti dai file CAM alla scheda fresata; The Ant Queen, l’ultima versione dell’elettronica di controllo per piccole CNC.

Il progetto è stato realizzato da “The Ant Team”, una coppia di maker appassionati di elettronica, software, firmware e fai-da-te che, in occasione di Maker Faire Rome 2022, hanno mostrato al pubblico un flusso completo di realizzazione dei PCB in un percorso dal digitale al fisico interessante e ricco di aspetti tecnologici diversi, dalla meccanica all’elettronica e al coding.

 

Continual Brain

Continual Brain è un progetto che si basa su un nuovo paradigma di servizio SW chiamato “Continual Learning as a Service”, che fornisce un set di strumenti e algoritmi per sistemi AI e Continual Learning, facili da integrare nei dispositivi con capacità di calcolo e memoria limitata (edge/device).

Questa soluzione, realizzata da Rudy Semola, Davide Bacciu e Vincenzo Lomonaco, consente un training on-device e inferenza real-time dei modelli e punta anche a garantire un monitoraggio automatico ed efficiente delle prestazioni dei modelli in produzione anche su sistemi cloud o stanziati su server.

 

Mekanika: macchinari open-source per Maker

Mekanika è una giovane start-up belga che intende cambiare il paradigma produttivo attuale, progettando e vendendo macchinari Open-source ai Maker.

A Maker Faire Rome 2022 Mekanika ha presentato la propria gamma di macchine CNC e la stampa serigrafica. Quest’ultima è una tecnica nata secoli fa e utilizzata tutt’oggi in una chiave innovativa in diverse applicazioni: affissioni, cartelloni pubblicitari, disegni di vario genere e dimensione, dipinti, riproduzione di opere d’arte e molto altro. Grazie a questa tecnica è possibile, infatti, stampare su moltissimi tipi diversi di materiale.

 

 

 

 


 

Maker Faire Rome – The European Edition, promossa dalla Camera di Commercio di Roma, si impegna fin dalla sua prima edizione a rendere l’innovazione accessibile e fruibile, offrendo contenuti e informazioni in un blog sempre aggiornato e ricco di opportunità per curiosi, maker, Pmi e aziende che vogliono arricchire le proprie conoscenze ed espandere la propria attività, in Italia e all’estero.

Seguici, iscriviti alla nostra newsletter: ti forniremo solo le informazioni giuste per approfondire i temi di tuo interesse.