Tecnologia e innovazione al servizio della sicurezza nei progetti di MFR 2022

La tecnologia come strumento per aumentare la sicurezza

IoT, machine learning, innovativi sistemi di monitoraggio e geolocalizzazione: scopri nei progetti che hanno partecipato a MFR come la tecnologia può migliorare la sicurezza della nostra quotidianità

 

Quello della sicurezza è un tema centrale in ogni aspetto della nostra quotidianità: dall’ambiente lavorativo a quello domestico, dal settore della mobilità a quello delle costruzioni, senza dimenticare la questione della sicurezza informatica e della digital privacy, dal momento che la maggior parte dei programmi, dei sistemi e delle app che utilizziamo, si basano su una qualche forma di condivisione delle nostre informazioni personali.

Ecco che la tecnologia diventa uno strumento per aumentare la sicurezza in tutti questi ambiti, grazie a dispositivi IoT, machine learning e innovativi sistemi di geolocalizzazione e monitoraggio che potrete scoprire nei progetti che hanno preso parte a Maker Faire Rome 2022.

 

EPS – Emergency Power Stop

Negli ultimi cinquant’anni il settore dell’aeronautica ha svolto un grandissimo lavoro sotto vari aspetti per migliorare la sicurezza dei voli, in primis per quanto riguarda la manutenzione.

Ad oggi, infatti, i velivoli vengono sottoposti a rigidi e precisi controlli  e piani di revisione da parte di tecnici qualificati, ma ci sono stati anche importanti sviluppi legati alle nuove tecnologie da applicare agli aeromobili per incrementarne la sicurezza. Un esempio concreto, che avete visto a Maker Faire Rome 2022, è “EPS – Emergency Power Stop”.

Si tratta di un accessorio per la sicurezza del pilota nel VDS categoria paramotore PPG e TRIKE, in grado di spegnere il motore qualora dovesse partire al massimo numero di giri per un inconveniente meccanico o del pilota.

 

 

DOOR-GIENIC, the hygienic solution for public doors

Il progetto consiste in un semplice kit che può essere applicato su tutti i tipi di porte, in modo da eliminare completamente la necessità di contatto con le mani, rendendo maniglie e serrature dei componenti superflui.

Una volta applicato, il kit trasforma la porta in un dispositivo igienico, permettendo alle persone di aprire o chiudere la porta, di serrarla e di sbloccarla, senza mai toccarla.

DOOR-GIENIC è stato realizzato da Terrence Briscoe, creativo e artigiano che in una prima fase si è concentrato sull’aspetto progettuale, per poi realizzare gli ambienti o gli elementi concepiti grazie alle collaborazioni con maestranze specifiche del settore.

 

Magic box for Industry 4.0

Un sistema elettronico innovativo per l’industria 4.0, che rende le postazioni di lavoro in laboratorio intelligenti e più sicure.

Il sistema è dotato di: un display grafico touch, un lettore RFID e un modulo 4-ralay ricetrasmettitore Wi-Fi (ESP8266).

Magic box for Industry 4.0 viene installato direttamente sul banco di lavoro e per iniziare a lavorare è necessario abilitare la scrivania presentando il proprio badge al lettore RFID. Una volta riconosciuto il badge, il dispositivo abilita automaticamente tutte le prese elettriche e l’utente può così iniziare il suo lavoro alla scrivania. Inoltre, le informazioni sull’accensione della postazione di lavoro, vengono trasmesse al responsabile di laboratorio e tutte le attività svolte vengono registrate su un cloud.

 

 

System for monitoring the RF spectrum

La localizzazione degli emettitori RF sta diventando un must in diversi campi di applicazione: operazioni di salvataggio e militari, applicazioni di Internet of Things, radio cognitiva e molto altro.

Il sistema proposto in questo progetto consente il monitoraggio in tempo reale di uno spettro RF a banda larga e la localizzazione degli emettitori radio. In particolare, il dispositivo è costituito da una rete di sensori wireless in cui ogni nodo è sincronizzato con gli altri e trasmette il segnale acquisito a una stazione di controllo. Quest’ultima è in grado poi di localizzare tutti gli emettitori RF e di fornire informazioni sui segnali trasmessi. In questo modo è possibile monitorare e localizzare contemporaneamente diversi tipi di sistemi di comunicazione che operano nella gamma di frequenza dai MHz fino ai 3 GHz.

Il progetto è stato realizzato dal gruppo L.E.S.I.M., parte del Dipartimento di Ingegneria dell’Università degli Studi del Sannio, che si propone di sviluppare nuovi metodi, algoritmi, sistemi e strumenti di misura per l’acquisizione e l’elaborazione dei dati di misura.

 

GesGeo – Data management using geospatial information

GesGeo è un’applicazione web costituita da un’architettura client – server, progettata per consentire la gestione dei documenti digitali in base alla localizzazione del dispositivo utilizzato per accedervi.

L’app utilizza l’integrazione tra più fonti di dati geospaziali per individuare correttamente un dispositivo che tenta di ottenere l’accesso ai documenti digitali.

GesGeo è un progetto realizzato dal Dipartimento di Matematica, Informatica ed Economia (DiMIE) dell’Università degli studi della Basilicata e da Multipartner SpA, una PMI innovativa che opera nel settore del controllo e della protezione dei dati.

 

Moni2BSafe: controllo continuo di strutture e di dispositivi civili

L’obiettivo del progetto è quello di effettuare un monitoraggio continuo delle strutture civili con il duplice obiettivo di sicurezza e prevenzione.

Moni2BSafe permette di tenere sotto controllo le strutture civili considerando il deterioramento causato dal tempo, dalle condizioni ambientali o da situazioni eccezionali.

Per monitorare queste condizioni sono stati progettati sensori specifici che indicano lo stato di sicurezza della struttura, trasmettendo a distanza e in un apposito cloud i risultati delle misurazioni. Queste vengono poi trasferite a un sistema che, grazie all’Intelligente Artificiale, le analizza e fornisce le conclusioni in termini di valori di sicurezza.

Il progetto è stato realizzato da: Donato Abruzzese, Alessandro Tiero, Andrea Micheletti e Daniele Carnevale, professori associati presso il Dipartimento di Ingegneria Civile e Ingegneria Informatica dell’Università di Roma “Tor Vergata”; Srey Mom Vuth, Ingegnere Civile responsabile della prototipazione dei dispositivi di monitoraggio; Carlo Rosa, informatico dell’INFN di “Tor Vergata” ed esperto di strutture di reti; Pier Luigi Abiuso, dottore in Ingegneria delle Strutture; Davide Bracale, studente di Ingegneria dell’Edilizia; Carlo Marocchini, Piera Cammarano, Mauro Di Giulio, Sara Ferrari e Gian Marco Grizzi, ingegneri professionisti. 

 

Edenoff

Può un dispositivo a basso costo, realizzato con componenti comuni e pronti all’uso, essere in grado di prevedere quando si verificherà un’interruzione di corrente nel prossimo futuro?

La risposta è sì, grazie a Edenoff, che avete avuto modo di conoscere a MFR 2022. Questo piccolo gadget può essere nascosto all’interno di una presa di corrente e riesce a fare previsioni su possibili interruzioni di corrente con l’aiuto di un algoritmo di Machine Learning, sviluppato in collaborazione con Edge Impulse Studio.

Edenoff è un progetto di Roni Bandini, inventore e progettista di prototipi, macchine artistiche e dispositivi TinyML. 

 

 

 


 

Maker Faire Rome – The European Edition, promossa dalla Camera di Commercio di Roma, si impegna fin dalla sua prima edizione a rendere l’innovazione accessibile e fruibile, offrendo contenuti e informazioni in un blog sempre aggiornato e ricco di opportunità per curiosi, maker, Pmi e aziende che vogliono arricchire le proprie conoscenze ed espandere la propria attività, in Italia e all’estero.

Seguici, iscriviti alla nostra newsletter: ti forniremo solo le informazioni giuste per approfondire i temi di tuo interesse.