i motori di ricerca alternativi a google, tra privacy e sostenibilita’

Sono numerosi i motori di ricerca alternativi a Google che hanno molto da offrire e che valgono sicuramente un tentativo; scopriamoli insieme

 

Non c’è dubbio che Google sia il più grande e senza dubbio il miglior motore di ricerca, grazie ai suoi potenti algoritmi e all’Intelligenza Artificiale.

Google è un motore di ricerca riconosciuto a livello globale ed è un gigante del settore. E il secondo più grande “motore di ricerca” è addirittura… Google Immagini!

“Google è così potente che ci nasconde gli altri motori di ricerca”, affermano alcuni. La verità è che di molti altri motori non conosciamo l’esistenza, eppure ce ne sono di ottimi, sia molto verticali, che orizzontali, ‘Google-like’, ma più attenti alla privacy e ai dati de propri utenti, per esempio. Un problema sempre più sentito dagli utenti, insieme a quello della sostenibilità ambientale ed energetica (i motori di ricerca impattano fortemente, da questo punto di vista).

credits: Damian Zeleshi via Unsplash

Non solo Google

Anche se Google è il motore di ricerca più conosciuto, non vuol dire che Google sia l’unica scelta possibile. Scegliere di navigare in Internet senza usare Google può sembrare addirittura strano. Ma usare il miglior motore di ricerca ha un costo: è noto che Google personalizza l’esperienza di navigazione a spese della condivisione dei dati personali e consentendo a Google stesso di tracciarci su Internet.
 

Molte delle alternative disponibili dispongono di diverse funzionalità e hanno un approccio più attento alla privacy .- che si tratti della nostra o di quella dei bambini, che è indispensabile proteggere durante la navigazione. Vale quindi forse la pena di esplorare le alternative disponibili: potresti ottenere risultati di ricerca migliori o, comunque, navigare con maggior serenità.

Se hai utilizzato sempre e solo Google, quindi, prova a dare un’occhiata ad altri motori di ricerca, perché potresti trovare qualcosa che ti piace di più.

I ‘verticali’, per l’approfondimento tematico

Ecco una lista di siti di cui non hai mai sentito parlare.www.refseek.com è un motore di ricerca per risorse accademiche. Oltre un miliardo di fonti

  • www.worldcat.org – il contenuto di 20.000 biblioteche in tutto il mondo.
  • https://link.springer.com – accesso a oltre 10 milioni di documenti accademici: libri, articoli,
  • www.bioline.org.br – una biblioteca di riviste di bioscienza pubblicate
  • http://repec.org – volontari di 102 paesi che hanno raccolto quasi 4 milioni di pubblicazioni
  • www.science.gov – un motore di ricerca del governo degli Stati Uniti per più di 2.200 siti scientifici.
  • www.pdfdrive.com – il più grande sito di download gratuito di libri in PDF. Rivendica oltre 225 milioni di titoli.
  • www.base-search.net –  uno dei più potenti motori di ricerca per testi di ricerca accademica. Oltre 100 milioni di articoli scientifici, il 70% dei quali sono gratuiti

credits: Merakist via Unsplash

Motori di Ricerca Alternativi a Google

Dai un’occhiata a questa lista di motori di ricerca alternativi compilata da Kinsta; contiene alcuni motori di ricerca diversi da Google di cui potresti aver sentito parlare e altri che potrebbero suonarti nuovi:

1. Bing

Bing di Microsoft è il secondo motore di ricerca più utilizzato dopo Google. È facile da usare e offre un’esperienza più visiva, con splendide foto di sfondo che cambiano ogni giorno. Bing è ottimo per le ricerche video: quando ci passi sopra con il mouse, ti mostra i risultati come miniature di grandi dimensioni da visualizzare in anteprima con l’audio.
Proprio come Google, Bing è pieno di funzionalità interne, come la conversione delle valute, le traduzioni, il monitoraggio dei voli, funzionalità che lo rendono uno strumento davvero versatile, che si distingue nel mercato globale. 

2. DuckDuckGo

DuckDuckGo è un motore di ricerca popolare fra quanti apprezzano la privacy e non gradiscono che ogni ricerca venga tracciata e registrata.

DuckDuckGo ha un’interfaccia molto pulita, con annunci minimi e scorrimento infinito, quindi l’esperienza dell’utente è gradevole. Il monitoraggio degli utenti è assolutamente inesistente e puoi persino aggiungere l’estensione DuckDuckGo al tuo browser per mantenere privata la vostra attività.

Il motore di ricerca dispone di una funzione davvero utile chiamata bangs, che consente, digitando un prefisso, di cercare direttamente all’interno di un altro sito web da DuckDuckGo. Ad esempio, digitando “!ebay magic the gathering” verreste indirizzati direttamente ai risultati di ricerca di eBay per la query “magic the gathering”.

3. Yahoo!

Yahoo esiste da prima di Google e, sebbene alcuni lo considerino obsoleto, è ancora il terzo motore di ricerca più utilizzato al mondo. È persino il motore di ricerca predefinito per Firefox.

Una delle ottime cose di Yahoo è che è molto più di un semplice motore di ricerca. Il portale web di Yahoo offre email, notizie, acquisti online, giochi e altro, per un’esperienza utente a tutto tondo in un’unica piattaforma.

La sua integrazione con Flickr, Yahoo Answers e Yahoo Finance permette a Yahoo! di offrire risultati con immagini migliori ed enormi quantità di informazioni su vari argomenti.

4. Ask

In origine noto come Ask Jeeves, il semplice formato di domande e risposte di Ask consente di effettuare ricerche in un linguaggio naturale. Questo lo rende molto user-friendly, specialmente per coloro che hanno minore familiarità con i motori di ricerca, come gli utenti più anziani.

I risultati della ricerca mostrano anche le domande più frequenti relative al dato termine di ricerca, cosa che può fornire risorse utili e aiuta a proseguire nella ricerca.

5. Baidu

Baidu è il principale motore di ricerca in Cina, con una quota di mercato che supera il 70% del mercato Internet cinese. Anche se in mandarino, è sorprendentemente simile a Google. Il design è simile, monetizza tramite annunci e utilizza i rich snippet nei risultati di ricerca.

Tuttavia, Baidu è fortemente censurato. Molte immagini e siti web pro-democratici sono bloccati.

6. WolframAlpha

WolframAlpha è un motore di ricerca privato che consente di “calcolare delle risposte di alto livello utilizzando gli innovativi algoritmi e la knowledge base di Wolfram nonché l’Intelligenza Artificiale”.

Il motore di ricerca è progettato per fornire informazioni specialistiche suddivise in macro-categorie: Matematica, Scienza e Tecnologia, Società e Cultura, Vita quotidiana. All’interno di queste categorie entrano varie sottocategorie e strumenti utili che consentono di calcolare dati, ricercare statistiche e trovare risposte di esperti alle vostre domande.

Oltre ad essere un centro di conoscenze specializzate, WolframAlpha non tiene traccia delle ricerche, garantendo la massima tranquillità in termini di privacy.

7. Boardreader

Boardreader è un motore di ricerca per forum e bacheche. Permette di fare ricerche nei forum e di filtrare i risultati per data e lingua.

È uno strumento utile in quanto semplifica la ricerca di contenuti scritti da parte utenti reali per un dato argomento. Se non hai familiarità con un certo settore e non sai quale sia il migliore forum da visitare, Boardreader può essere un buon punto di partenza.

8. StartPage

Un po’ come DuckDuckGo, StartPage è stato progettato pensando alla privacy degli utenti. Non traccia né memorizza nessuno dei tupi dati. Inoltre, non mostra annunci pubblicitari in base ai comportamenti di navigazione.

Startpage afferma di essere “Il motore di ricerca più privato al mondo”. Potrete ottenere risultati simili a quelli che otterreste con una ricerca Google completamente privata.

Oltre a essere un motore di ricerca, Startpage offre un servizio proxy che consente di navigare nei siti web in modo anonimo per migliorare la vostra sicurezza online. Il motore offre anche un generatore di URL personalizzato, il che significa che puoi navigare senza dover impostare i cookie.

Tutto questo è presentato all’interno di un’interfaccia intelligente e pulita che può essere personalizzata scegliendo tra diversi temi, tra cui la modalità notte, con una interfaccia assolutamente funzionale.

9. Ecosia

L’utilizzo massivo dei motori di ricerca ha un impatto ambientale considerevole in termini di emissioni di CO2. È qui che entra in gioco Ecosia, il motore di ricerca alternativo a bassa emissione di CO2.

Per ogni ricerca effettuata (alimentata da Bing), le entrate generate sono riversate al suo programma di piantagione di alberi. In media, sono necessarie circa 45 ricerche per finanziare la piantagione di un albero.

10. Qwant

Con sede in Francia, Qwant è un motore di ricerca focalizzato sulla privacy che non registra le ricerche né utilizza i dati personali per la pubblicità.

L’interfaccia è intuitiva e classifica i risultati delle ricerche in web, notizie e social, e c’è anche una sezione dedicata alla musica che utilizza l’Intelligenza Artificiale per aiutarvi a cercare testi e scoprire nuova musica.

Qwant utilizza una funzione di ricerca rapida in cui è possibile inserire “&” davanti al nome di un sito (o uno shortcode dedicato) per visualizzare immediatamente i risultati della ricerca esterna. Ad esempio, “&w” o “&wikipedia” consente di accedere immediatamente ai risultati di Wikipedia direttamente da Qwant.

11. Search Encrypt

Un altro dei motori di ricerca focalizzato sulla privacy è Search Encrypt, che utilizza la crittografia locale per fare in modo che le informazioni identificabili degli utenti non possano essere tracciate.

Essendo un motore di metasearch, Search Encrypt ottiene i suoi risultati da una rete di partner di ricerca, fornendo così risultati a tutto tondo che non sono personalizzati in base alla vostra cronologia.

Una caratteristica davvero interessante di questo motore di ricerca è che cancella automaticamente la cronologia di navigazione locale dopo 15 minuti di inattività. Ciò significa che non dovete mai preoccuparti della privacy, anche se qualcun altro ha accesso al tuo computer.

12. SearX

Fornendo risultati imparziali provenienti da fonti diverse, SearX è un motore di metasearch con una visione libera e decentralizzata di Internet.

È un motore di ricerca open source il cui codice sorgente, nonché i contributi GitHub, sono aperti a tutti. C’è anche la possibilità di personalizzarlo e ospitarlo sul proprio server come motore di ricerca personale.

SearX offre molte impostazioni che non esistono in altri motori di ricerca, garantendo così grande usabilità e risultati di ricerca rapidi e precisi.

13. Yandex

Quinto motore di ricerca più utilizzato al mondo, Yandex è molto popolare in Russia, dove è nato e dove detiene circa il 60% della quota di mercato dei motori di ricerca.

Fornisce un servizio molto simile a Google e permette di cercare siti web, immagini, video e notizie in un layout intuitivo. Con funzionalità extra tra cui app per dispositivi mobili, mappe, traduzione, archiviazione cloud e altro, Yandex offre le stesse funzionalità di Google, ma con un’interfaccia più pulita.

14. Gibiru

Il motto di Gibiru è “Uncensored Private Search” ed è esattamente quello che offre.

Scaricando l’add-on AnonymoX Firefox, tutte le vostre ricerche verranno inviate tramite un indirizzo IP proxy. Questo genera risultati di ricerca privati ​​e imparziali e fa sì che altri utenti dello stesso computer non siano in grado di leggere la cronologia.

Le query di ricerca non vengono salvate sui server di Gibiru e i record vengono cancellati nel giro di pochi secondi dall’esecuzione della ricerca.

Disconnect permette di effettuare ricerche anonime attraverso un motore di ricerca a scelta dell’utente.

Quando si immette un termine di ricerca, la query viene reindirizzata e resa anonima attraverso i server di Disconnect prima di essere passata al motore di ricerca selezionato. Ciò permette di utilizzare il proprio motore di ricerca preferito senza problemi di privacy.

Disconnect offre anche estensioni e app per i browser che vi consentono di bloccare siti di tracciamento, caricare le pagine più velocemente, visualizzare le richieste pubblicitarie, oltre a disporre di molte altre funzioni incentrate sulla privacy.

16. Swisscows

Swisscows esegue ricerche completamente criptate per proteggere privacy e sicurezza. Non memorizza dati personali, indirizzi IP o query di ricerca e i suoi server hanno sede in Svizzera, uno dei Paesi con le più severe politiche sulla privacy.

È molto utilizzato da genitori che vogliono offrire ai propri figli un’esperienza di ricerca sicura, dato che il filtro anti pornografia e violenza incorporato non può essere rimosso.

Utilizza il riconoscimento semantico delle informazioni per offrire risposte intuitive alle query di ricerca e pool di dati per generare risposte rapide ed efficienti. Dispone anche di un’innovativa mappa semantica che mostra altre query pertinenti o popolari, offrendo così una maggiore quantità di informazioni.

17. Lukol

Lukol è un motore di ricerca anonimo che fornisce i risultati di Google ma mantiene al sicuro la privacy rimuovendo eventuali elementi tracciabili.

Ciò significa che si può sempre beneficiare delle capacità di ricerca di Google senza preoccuparsi di essere monitorati. Lukol garantisce il pieno anonimato delle ricerche e aiuta a rimanere sicuri, proteggendo da siti ingannevoli o inappropriati.

In termini di funzionalità, è un motore di ricerca abbastanza semplice. Si può scegliere tra web, immagini, notizie e video, ma non ci sono opzioni che consentano di filtrare i risultati.

18. MetaGer

MetaGer offre ricerche protette (“Privacy Protected Search & Find”) grazie alla sua capacità di ricerca anonima. MetaGer è un’organizzazione senza scopo di lucro, quindi non ha nulla da guadagnare a monitorare le ricerche e usa solo energia verde, aumentando così il senso di fiducia del pubblico.

MetaGer è un motore di metasearch che interroga fino a 50 motori di ricerca esterni, dando così varietà e profondità ai risultati di ricerca. Quando elabora una query, non tiene conto della percentuale di clic, quindi i risultati sono imparziali e non filtrati. Offre anche mappe e pianificazione dei percorsi senza tracciare la posizione dell’utente.

È anche possibile scaricare un plugin che imposta MetaGer come motore di ricerca predefinito e pagina iniziale del browser in modo da garantire che le vostre ricerche rimangano sempre private.

19. Gigablast

Gigablast è un motore di ricerca privato che indicizza milioni di siti web e offre informazioni in tempo reale senza tracciare i dati, nascondendo l’utente agli occhi dei marketer e degli spammer.

Non è il motore di ricerca più interessante in circolazione, ma offre una varietà di opzioni per filtrare o personalizzare le query, inclusa la ricerca per lingua, per frase esatta e per tipo di file. Oltre a web, notizie e immagini, Gigablast offre anche una directory e una funzione di ricerca avanzata.

20. Oscobo

Oscobo è un motore di ricerca che protegge la privacy nella ricerca sul web. Non utilizzando strumenti o script di terze parti, i dati sono protetti da hacking e qualsiasi altro uso improprio.

Crittografando tutto il traffico, fornisce risultati di ricerca anonimi senza alcuna forma di tracciamento, inclusi indirizzi IP e cookie. Oscobo non invierà il termine di ricerca al sito su cui fate clic né condividerà i vostri dati personali o la cronologia delle ricerche.

Potete cercare tra web, immagini, video e mappe sempre con una grande usabilità. C’è anche un add-on di Chrome che consente di cercare privatamente dalla barra di Chrome e accedere facilmente alle query sicure.

21. Infinity Search

Infinity Search è un motore di ricerca alternativo che dedica particolare attenzione alla privacy. Infinity Search non salva i termini di ricerca e non registra alcuna informazione identificabile sui visitatori. Per accelerare i risultati della ricerca, Infinity Search recupera i risultati da più fonti e ha una barra laterale sulla pagina dei risultati dove gli utenti possono svolgere la stessa ricerca su molti altri siti web.

Una cosa bella di questo robusto motore di ricerca alternativo è che è anche open source. Potete trovare maggiori informazioni su GitLab.

Il motore di ricerca dipone di diverse altre integrazioni, come i grafici azionari e gli editor HTML. Una cosa che distingue Infinity Search da molti altri motori di ricerca è la proprietà degli indici: questo vuol dire che i risultati non si affidano esclusivamente a fonti esterne.

fonti: Kinsta I Trendiest Mag

immagine di copertina: credits: Jason Dent via Unsplash


 

Maker Faire Rome – The European Edition, promossa dalla Camera di Commercio di Roma, si impegna fin dalla sua prima edizione a rendere l’innovazione accessibile e fruibile, offrendo contenuti e informazioni in un blog sempre aggiornato e ricco di opportunità per curiosi, maker, Pmi e aziende che vogliono arricchire le proprie conoscenze ed espandere la propria attività, in Italia e all’estero.

Seguici, iscriviti alla nostra newsletter: ti forniremo solo le informazioni giuste per approfondire i temi di tuo interesse.