Blind Helper: il kit che assiste le persone non vedenti

BLIND HELPER: Tecnologia utile, che passione! 

 Un esempio di tecnologia applicata a contesti in cui servono aiuti concreti come l’Health e disabilità, quello di Blind Helper Kit

blind

 Il toolkit open source e a basso costo “Blind Helper, pensato per aiutare le persone non vedenti, è proprio uno di quei dispositivi che potrebbero migliorare di molto la quotidianità di persone meno fortunate.

Il Blind Helper Toolkit degli studenti dell’IIS Rita Levi Montalcini è un sintetizzatore vocale e si collega a vari dispositivi di uso comune, come ad esempio:

  • termometri clinici,
  • bilance
  • e altri, pensati specificamente per interagire con chi non può vedere.

Blind Helper Voice è parte del kit presentato per Maker Faire Rome dai ragazzi dell’IIS Rita Levi Montalcini di Acqui Terme, in provincia di Alessanidria. 

Questi giovani makers piemontesi hanno messo a punto, oltre a Voice, anche Blind Helper Braille, una stampante Braille economica e realizzata con tecnica 3D per uso scolastico.

Inoltre hanno creato:

  •  un lettore di audiolibri,
  • contagocce elettronico per medicinali,
  • un portachiavi sonoro
  • un rilevatore di luce.

Il tutto è basato su Arduino, e risulta fondamentale per rendere semplici e sicure azioni quotidiane che, purtroppo, non sono per tutti scontate ed eseguibili.

Gli studenti del corso di Elettronica-Automazione che hanno ideato Blind Helper Toolkit
Gli studenti del corso di Elettronica-Automazione che hanno ideato Blind Helper Toolkit

Insieme a molte altre innovazioni nel campo dell’elettronica e della tecnologia utile a scopi assistenziali, Blind Helper Voice e Blind Helpert Toolkit sono stati presenti  a #MFR19 dal 18 al 20 ottobre alla Fiera di Roma.

L’IIS Rita Levi Montalcini Record di Acqui Terme, in provincia di Alessandria è tra le eccellenze nello sviluppare questo tipo di progetto 

La struttura scolastica, infatta, si è classificata al primo posto nella selezione regionale del “Premio scuola digitale 2018”, iniziativa del Miur – Ministero dell’Istruzione, dell’università e della ricerca – per promuovere le eccellenze della didattica digitale nelle scuole italiane, e per incentivare l’utilizzo di tecnologie digitali.

Il “Piano Nazionale Scuola Digitale” è il documento d’indirizzo del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca per il lancio di una strategia complessiva
d’innovazione della scuola italiana, e per un nuovo posizionamento del suo sistema educativo nell’era digitale