Meno acqua, meno consumi, buonissima:  e’ la birra prodotta grazie alla coltura idroponica

 

Se pensate che per coltivare ottime piante occorra per forza un ottimo terreno, sappiate che potreste sbagliarvi. La tecnologia odierna permette di rendere i processi produttivi sempre più efficienti anche in condizioni in cui coltivare sarebbe impensabile.

La coltura idroponica è un esempio lampante di quanto stiamo sostenendo. Con essa, attraverso l’impiego di varie tecniche, è possibile letteralmente coltivare fuori dal suolo o, per meglio dire, senza un terreno inteso nel senso “classico” del termine. 

Se poi a un processo innovativo del genere associamo la produzione di piante che tradizionalmente non vengono coltivate in un determinato luogo, sarà possibile ricreare l’ambiente adatto a ogni esigenza. È proprio ciò che hanno pensato di fare Alessio Saccoccio, Carlo Muzi e Alessandro Cinelli, membri della start-up di Fondi (LT) che si dedica a “Idroluppolo”.

 

 

 

Una serra di coltivazione per gli idroluppoli (foto: idroluppolo.pages.libero.it)
Una serra di coltivazione per gli idroluppoli (foto: idroluppolo.pages.libero.it)

Coltivare il luppolo – e quindi produrre birra – in maniera sostenibile ed efficiente. Così potremmo riassumere “Idroluppolo”. Attraverso la coltura idroponica si riduce il consumo di acqua del 50% e, allo stesso tempo, si risparmia il suolo. Secondo gli ideatori di questo progetto, infatti, il loro speciale luppolo può crescere anche dove non c’è terreno disponibile. 

 

Gli idroluppoli (foto: idroluppolo.pages.libero.it)
Gli idroluppoli (foto: idroluppolo.pages.libero.it)

Ciò è possibile grazie a un substrato inerte, che consente di “replicare” ovunque – anche in serra – il terreno, migliorandolo e rendendolo ricco di sostanze nutrienti, in modo da donare al luppolo maggiori proprietà aromatiche. In Italia la maggior parte del luppolo viene importata dall’estero: coltivandolo così, si potranno avere dei prodotti “nostrani”, su misura e di ottima qualità.

Inoltre, coltivare in serra con specifiche soluzioni nutritive consente di proteggere il raccolto dalle variazioni climatiche e da qualunque cosa possa inquinarlo, a beneficio del prodotto finale. 

 

Alessio Saccoccio, membro della start-up “Idroluppolo” (foto: idroluppolo.pages.libero.it)
Alessio Saccoccio, membro della start-up “Idroluppolo” (foto: idroluppolo.pages.libero.it)

I vantaggi di un sistema del genere sono indubbi, per quanto riguarda i processi di sviluppo, la qualità e – non da ultimo – la difesa dell’ambiente. Utilizzare meno acqua e meno suolo, infatti, significa non affaticare ulteriormente risorse ambientali già messe a dura prova da molte attività umane.

__________________________________________________________________________________________________

Idroluppolo”, presentato dall’Università di Roma Tor Vergata, sarà presente insieme a molti altri progetti orientati all’agricoltura sostenibileMaker Faire Rome – the European Edition 2019, la fiera dell’innovazione che si svolgerà dal 18 al 20 ottobre alla Fiera di Roma.

 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

MAKER FAIRE ROME 2021 PARTNER

Promosso e organizzato da

Con il supporto di

In collaborazione con

Con il patrocinio di

In partnership con

MAIN PARTNER

GOLD PARTNER

Silver partner

BRONZE PARTNER

MAIN MEDIA PARTNER

MAIN MEDIA PARTNER PRESS & DIGITAL

TECHNICAL MEDIA PARTNER

MEDIA PARTNER

CONTENT PARTNER

FOOD INNOVATION PARTNER

è organizzato indipendentemente ed opera sotto licenza di
Maker Media inc. È un evento

COSA È MAKER FAIRE

È la più importante manifestazione sull’innovazione. Un evento ricco di invenzioni e creatività, che celebra la cultura del “fai da te” in ambito tecnologico. È il luogo dove maker, imprese e appassionati di ogni età e background si incontrano per presentare i propri progetti e condividere le proprie conoscenze e scoperte. Riunisce gli appassionati di tecnologia, gli artigiani digitali, le scuole, le università, gli educatori, gli hobbisti, i centri di ricerca, gli artisti, gli studenti e le imprese. Tutti vengono a mostrare le loro creazioni e condividere le loro conoscenze. I visitatori vengono a Maker Faire per “ intravedere” il futuro e trovare l’ispirazione per diventare essi stessi “Makers”.

© 2022 Maker Faire Rome - The European Edition
Innova Camera - Azienda Speciale della Camera di Commercio di Roma - P.IVA e C.F 10203811004 - www.innovacamera.it
Privacy policy