Una gigantesca stampante 3D che costruisce una casa: è quello che si può vedere in un video

La startup del settore edile del momento è sicuramente Mighty Buildings

 

C’è un nuovo attore nel mercato della stampa 3D per l’ edilizia: Mighty Buildings, una startup californiana.

Nel corso di una prova dimostrativa, l’azienda è riuscita a stampare una unità abitativa di oltre 100 metri quadri in meno di 24 ore. Inoltre, riferisce Singularity Hub, avrebbe già consegnato due unità a due clienti nella stessa California. Il video pubblicato è davvero incredibile:

 

 

Queste unità abitative sono composte di una miscela di cemento armato arricchito, al quale Mighty Building aggiunge una sorta di “ingrediente segreto”: un materiale resistente al calore che si asciuga e indurisce immediatamente, non appena la stampante ha terminato il passaggio.

Al momento, sono stampate soltanto le pareti e il pavimento ma l’azienda ha dichiarato che si sta organizzando per stampare anche soffitti e tetti: un passo avanti che abbatterebbe ulteriormente i costi.

Mighty Buildings, infatti, è già in grado di automatizzare fino all’80% dei processi costruttivi, con risparmi notevoli sui costi anche per il committente.

 

Mighty Buildings
Elementi costruttivi a cura di Mighty Buildings

 

Cosa distingue Mighty Building

Mighty Buildings ha una visione distintiva per il futuro della costruzione di alloggi, che combina la stampa 3D con tecniche prefabbricate per automatizzare e semplificare il processo di costruzione.

Per realizzare questa visione, la giovane azienda ha sviluppato una vera e propria piattaforma di produzione, in grado di automatizzare fino all’80% del processo di costruzione. La stampa 3D viene sfruttata per produrre una gamma di componenti per l’abitazione che può portare fino al 95% il taglio sui tempi di lavoro (producendo strutture a una velocità doppia rispetto alla costruzione tradizionale) e che, soprattutto, genera 10 volte meno rifiuti e materiali di scarto.

 Mighty Buildings sottolinea che la sua piattaforma è indipendente dal progetto e dal design, il che significa che può essere utilizzata per un’ampia gamma di applicazioni, dai piccoli componenti di abitazioni complesse ai “moduli volumetrici a grandezza naturale”. La tecnica dell’azienda è anche in grado di produrre planimetrie personalizzate grazie ad un processo integrato “chiavi in mano”, dalla progettazione alla produzione, e al prezzo contenuto del suo materiale, una pietra leggera  detta LSM. Questo materiale presenta ottima resistenza al fuoco ed efficienza dal punto di vista energetico.

Mighty Buildings prevede di aggredire soprattutto quei segmenti di mercato rappresentati da clienti che vogliono aumentare la cubatura delle proprie abitazioni e che magari dispongono già di uno spazio ad hoc. Attualmente, la stampa 3D veloce di Mighty Buildings è perfetta per aggiungere uno studio, una veranda o una camera in più.

L’azienda però, nel lungo periodo, è intenzionata a realizzare intere abitazioni stampate da zero, da collocare su terreni “vergini”, ancora non edificati neanche parzialmente.

 

Una visione che conquista gli investitori internazionali

Mighty Buildings ha recentemente ottenuto un finanziamento importante, raccogliendo ben 30 milioni di dollari da una serie di investitori (tra cui Khosla Ventures, Y Combinator, SV Angel e CoreVC).

Nata solo nel 2018, attraverso un programma di “seed” lanciato dall’acceleratore di startup Y Combinator, sta rapidamente conquistando il mercato. Ad oggi, Mighty Buildings ha già ricevuto la certificazione attraverso il programma California Factory Built Housing per il suo approccio automatizzato di alloggi stampati in 3D. È anche la prima azienda ad aver ottenuto una certificazione UL 3401 per la valutazione di strutture e assiemi di edifici stampati in 3D.


Maker Faire Rome The European Edition si impegna da ben otto edizioni a rendere l’innovazione accessibile e fruibile con l’obiettivo di non lasciare indietro nessuno offrendo contenuti e informazioni in un blog sempre aggiornato e ricco di opportunità per curiosi, maker, startup e aziende che vogliono arricchire le proprie conoscenze ed espandere il proprio business, in Italia e all’estero.

Seguici, iscriviti alla nostra newsletter: ti forniremo solo le informazioni giuste per approfondire i temi di tuo interesse.

MAKER FAIRE ROME 2021 PARTNER

Promosso e organizzato da

Con il supporto di

In collaborazione con

Con il patrocinio di

In partnership con

MAIN PARTNER

GOLD PARTNER

Silver partner

BRONZE PARTNER

MAIN MEDIA PARTNER

MAIN MEDIA PARTNER PRESS & DIGITAL

TECHNICAL MEDIA PARTNER

MEDIA PARTNER

CONTENT PARTNER

FOOD INNOVATION PARTNER

è organizzato indipendentemente ed opera sotto licenza di
Maker Media inc. È un evento

COSA È MAKER FAIRE

Maker Faire Rome è un evento che facilita e racconta l’innovazione tecnologica connettendo le persone e le idee. Una piattaforma in grado di coinvolgere gli appassionati di innovazione in percorsi di co-progettazione, apprendimento, formazione e matchmaking. La manifestazione vuole diffondere la cultura dell’Open Innovation consentendo al sistema produttivo di ricorrere a idee, soluzioni, strumenti e competenze tecnologiche che arrivano dall’esterno e dal basso, attraverso una connessione virtuosa tra innovatori, creativi, startup, aziende, studenti, università e istituti di ricerca. Maker Faire Rome è il luogo in cui i protagonisti dell’innovazione europea si incontrano, si confrontano, scoprono le novità e fanno affari.

© 2022 Maker Faire Rome - The European Edition
Innova Camera - Azienda Speciale della Camera di Commercio di Roma - P.IVA e C.F 10203811004 - www.innovacamera.it
Privacy policy