Make To Care

a #mfr2022 la SEttima edizione del contest make to care!

IL CONTEST SI è CHIUSO L’1 agosto 2022

Contest Maker Faire Rome

Make To Care: un premio ai maker che aiutano ad andare oltre la disabilità

make to care

Promosso da: Sanofi (Gold Partner MFR2022)

Il mondo dell’assistenza sanitaria, dell’healthcare e della cura delle persone in generale è in continua evoluzione. É anche in continua crescita in termini di complessità, costi e ruoli di chi vi si trova coinvolto e presenta enormi sfide di policy, di processi decisionali e di progettazione di soluzioni. In MaketoCare, con Sanofi, vogliamo mostrare come maker, designer, innovatori possono collaborare per l’industria e per i pazienti, per offrire loro soluzioni ingegnose, scalabili e capaci di fare la differenza per le persone, ciascuna di loro

Il contest: MAKEtoCARE cerca e premia soluzioni innovative, pratiche, utili per rispondere ai bisogni reali delle persone affette da qualsiasi forma di disabilità, malattie gravi e/o croniche o patologie e eventi traumatici dai quali derivi un temporaneo o permanente cambiamento nella qualità della vita.
Che si tratti di un prodotto o di un servizio, le soluzioni MAKEtoCARE vogliono sempre fare la differenza e cambiare in meglio la vita dei pazienti e/o di chi li assiste e se ne prende cura.

Modalità di partecipazione: per partecipare è necessario candidare il proprio progetto ad una qualsiasi delle Call di MFR2022 nella categoria “Health & Wellbeing / Wellness & Healthcare”.

Info e regolamento: https://www.maketocare.it/contest

 

Ecco i Vincitori dell’edizione 2021

I vincitori della sesta edizione di Make to Care, il contest di Sanofi che incoraggia, premia e supporta soluzioni innovative che sfidano la disabilità sono stati Camera Libera Tutti del FabLab di Parma in collaborazione con Hackability, e SwimAble di E-nable Italia – Associazione italiana per bambini e famiglie con agenesia, amputazione e malformazioni arti – ed Energy Family Project.

  • Camera Libera Tutti è un progetto che nasce dal bisogno di sopperire alla carenza di strutture turistiche sufficientemente inclusive. Per questo motivo un team progettuale ha lavorato allo sviluppo di soluzioni di arredo, dispositivi e sistemi per rendere maggiormente accessibili le strutture ricettive per le persone con disabilità e che contemporaneamente avessero anche un design accattivante migliorando, anche esteticamente, le strutture. Il risultato è stato la progettazione di un Welcome Kit composto da dieci oggetti indispensabili che, seppur apparentemente semplici, aumentano sensibilmente la qualità del soggiorno, abbattendo le differenze tra alloggi riservati a persone disabili e quelli destinati a turisti normodotati.
  • SwimAble è un ausilio per arto superiore dedicato a bambini che si approcciano all’attività sportiva in acqua e che hanno un’amputazione dell’arto superiore sotto il gomito (amputazione transradiale). Ha come obiettivo principale quello di favorire le attività motorie in acqua volte a preservare le funzionalità muscolari residuali. L’ausilio progettato risponde alle caratteristiche fisiche ed ingegneristiche necessarie al galleggiamento, ma è completamente integrato nell’outfit dell’utente. Difatti appare come un monospalla inserito perfettamente nel costume, anche grazie alla scelta dei colori e del materiale. SwimAble è infatti prodotto in Lycra, fibra solitamente utilizzata nella fabbricazione dei comuni costumi da piscina. Facilmente indossabile dal bambino stesso, questo ausilio entra a far parte del normale abbigliamento da piscina.

>>> Scarica il comunicato stampa 2021