Tickets coming soon
An event powered by
Cerca
Close this search box.

Guida a Maker Faire Rome 2023: scopri la storia dell’evento

Maker FAire Rome: undici anni di innovazione alla portata di tutti

Ripercorri con noi la storia della manifestazione che ha cambiato il rapporto delle persone con l’innovazione. Scopri l’evoluzione che Maker Faire Rome ha conosciuto in questi anni. 

 

Maker Faire Rome è uno dei più prestigiosi eventi dedicati all’innovazione nel panorama italiano ed europeo. Nel corso degli anni, la manifestazione ha acquistato sempre più seguito divenendo oggi un appuntamento imperdibile per tutti i promotori dell’innovazione, i creatori di nuove tecnologie, le aziende e gli appassionati del settore. Giunta quest’anno alla sua undicesima edizione, Maker Faire Rome è un luogo dove si creano nuove sinergie, si fa networking e si generano vere opportunità di business.

Maker Faire Rome è un luogo dove imparare, divertirsi, incontrare i protagonisti dell’innovazione e condividere le proprie passioni con una community sempre attiva.

Maker Faire Rome è una visione e un progetto promosso dalla Camera di Commercio di Roma, organizzato da Innova Camera con lo scopo di favorire, in sinergia con istituzioni nazionali ed internazionali, lo sviluppo del sistema imprenditoriale italiano nell’ambito del progetto PID, Punto Impresa Digitale. L’obiettivo è ispirare a fare impresa in modi sempre nuovi, mescolando tradizione ed innovazione all’insegna di un Made in Italy nella sua veste più avanguardista.

Maker Faire Rome: dagli USA all’Europa, grazie all’Italia

Maker Faire Rome – The European Edition nasce nel 2013 come edizione europea del Maker Faire di San Francisco (2006) e diventa la più grande Maker Faire al mondo (su un totale di 220 fiere in 400 Paesi) per numero di visitatori: 105 mila presenze nell’edizione 2019, fermate poi soltanto dalla pandemia, che ha “costretto” la manifestazione prima a spostarsi sul digitale (nel 2020) e poi a contingentarsi per un paio di edizioni (2021 e 2022), trasferendosi negli spazi del Gazometro Ostiense di Roma. L’edizione 2023, che tornerà alla Fiera di Roma, punta a recuperare tutti quegli appassionati e a guidarli, una volta ancora, verso quel futuro inclusivo, giusto, ottimista che i tanti progetti che espone ci raccontano.

“Make:”, la prima rivista dedicata interamente a progetti tecnologici basati su open software e open hardware, e Maker Faire, che da “Make:” nasce, sono la punta dell’iceberg di un movimento globale in cui i consumatori prendono coscienza della possibilità di avere un ruolo attivo nell’invenzione di oggetti tecnologici di uso quotidiano e ne diventano protagonisti inventando, progettando, scambiandosi informazioni e software liberi.

La fiera ha come focus l’innovazione che interagisce e aiuta l’uomo nella vita di tutti i giorni: dalla salute allo sport, dalla robotica, all’elettronica, passando dalla formazione all’economia circolare, i temi presenti ogni anno a Maker Faire Rome sono tanti e diversi tra loro, come le sfide che ogni giorno siamo chiamati ad affrontare e che l’innovazione – di processo e di prodotto – può aiutarci a vincere. 

Maker Faire Rome: l’evoluzione tematica della fiera

Maker Faire Rome è un evento vivace e innovativo che celebra lo spirito di creatività, invenzione e collaborazione tra maker di tutto il mondo. Questo evento unico fa parte del movimento globale Maker Faire, che è stato ispirato dal Maker Movement, una tendenza culturale che enfatizza i progetti DIY (Do It Yourself) e DIT (Do It Together).

L’evento affonda le sue radici tematiche e concettuali nell’evoluzione dell’innovazione e della tecnologia. La sua storia rappresenta di fatto la storia dell’innovazione stessa del nostro Paese. Dal 2013 ad oggi, infatti, Maker Faire Rome ha abbracciato temi differenti, riflettendo le tendenze emergenti e le sfide tecnologiche, sociali ed etiche del momento.

La storia di Maker Faire Rome inizia, infatti, proprio nel 2013. L’evento mirava a riunire produttori, inventori, artisti e innovatori di ogni tipo per mostrare i loro progetti, condividere conoscenze e ispirare gli altri a creare. La prima edizione della Maker Faire Rome fu un successo significativo, attirando migliaia di partecipanti e presentando una vasta gamma di progetti, workshop e presentazioni.

Negli anni successivi, Maker Faire Rome ha continuato a crescere ed evolversi, attraendo un pubblico ancora più vasto ed eterogeneo. L’evento ha fornito ai produttori una piattaforma per esporre le loro invenzioni, dalle stampanti 3D e la robotica alle tecnologie sostenibili e alle installazioni artistiche. Sono stati inoltre offerti workshop pratici, tavole rotonde e interventi di figure di spicco delle comunità dei produttori e dell’innovazione.

Se nella sua prima edizione la fiera si poneva l’obiettivo di capire dove e come sono nati i nuovi artigiani del web, nel corso del tempo, però, l’esigenza di riflessione si è trasformata nella necessità di agire concretamente per migliorare il nostro mondo, cercando di comprendere come i protagonisti della terza rivoluzione industriale lavoravano ogni giorno per donargli forme sempre nuove. L’evento mette al centro, di anno in anno, l’importanza dell’innovazione in ogni settore. La progressiva introduzione delle macchine nei processi produttivi, così come nelle attività quotidiane di ciascuno, ha rappresentato un punto di svolta al quale è stato dedicato un’edizione dal titolo “Life with Machines”.

Negli ultimi anni la fiera ha trattato ampiamente il tema della costruzione progressiva di un futuro comune, trattando l’innovazione come un collante sociale, un bene comune da preservare e coltivare per favorire il progresso, così come testimoniato nella decima edizione dal titolo “Commonground, Innovation keep us together”.

E’ giusto ricordare anche che Maker Faire Rome ha marcato, e marca, anche un benchmark importante per tante altre iniziative ed eventi legati alla valorizzazione della cultura dell’innovazione. La stessa Maker Faire Rome ha conosciuto anche alcuni spin-off, il più importante dei quali è senza dubbio la “European Maker Week”, curata in collaborazione e per conto della Commissione Europea, che valorizzava l’innovazione e l’imprenditorialità maker a livello europeo.

Maker Faire Rome 2023: le novità di questa edizione

L’edizione di quest’anno, che si terrà dal 20 al 22 ottobre presso la Fiera di Roma, promette di essere ancora più ricca di contenuti innovativi.

Maker Faire Rome 2023 sarà un’occasione per esplorare ogni aspetto dell’innovazione: dalla manifattura digitale all’Internet of Things, dall’intelligenza artificiale all’economia circolare, dall’agritech agli e-sport e molto altro ancora. Maker Faire Rome è un’opportunità per incontrare stakeholder e generare relazioni sia B2B che B2C grazie alle diverse sezioni espositive che organizzano i contenuti in modo da massimizzare la fruizione e il tempo che i visitatori possono dedicargli.

Tra queste, l’Area “Learn”, che sarà dedicata alla formazione e all’apprendimento con un programma di attività interattive divise su quattro modalità di interazione: installazioni interattive, Stand, Play (laboratori didattici) e Live (Spettacoli dal vivo), includendo tecnologie come la Realtà Aumenta (AR), la Realtà Virtuale (VR) oltre a postazioni di gaming formativi dove si terranno workshop dedicati a docenti e studenti.

Maker Faire Rome 2023 ospiterà anche un’area B2B di rilievo grazie alla partnership con 0100 Conference Mediterranean, la prima edizione di un format di successo dedicato all’industria del private equity e del venture capital dedicato all’area del Mediterraneo: 200 investitori di alto livello (tra Limited Partner e General Partner) provenienti da tutto il mondo si riuniranno in una due giorni di plenaria e side event con panel, workshop, keynote dedicati ma anche con sessioni di matchmaking per connettere questi investitori con le aziende presenti a Maker Faire Rome.

Inoltre, Maker Faire Rome 2023 sarà anche il regno dell’innovazione sostenibile. L’area “Life” sarà, infatti, pronta ad ospitare promotori dell’economia circolare e dell’ecodesign. Molta attenzione sarà dedicata al tema dell’utilizzo condiviso, del riutilizzo, del riciclo di materiali e prodotti così come al FoodTech, settore che sta rivoluzionando l’universo agroalimentare con tecnologie all’avanguardia.

Partecipare a Maker Faire Rome significa poter godere in anteprima dei trend di ricerca e del mercato. La fiera è, di fatto, un luogo per osservare e fare esperienza delle possibili applicazioni pratiche, quotidiane e professionali, di tecnologie e metodologie all’avanguardia. Non perdere l’occasione di partecipare.

Ti aspettiamo a Roma, dal 20 al 22 Ottobre. I biglietti sono disponibili esclusivamente online e possono essere acquistati sul sito ufficiale dell’evento, www.makerfairerome.eu


 

Maker Faire Rome – The European Edition, promossa dalla Camera di Commercio di Roma, si impegna fin dalla sua prima edizione a rendere l’innovazione accessibile e fruibile, offrendo contenuti e informazioni in un blog sempre aggiornato e ricco di opportunità per curiosi, maker, PMI e aziende che vogliono arricchire le proprie conoscenze ed espandere la propria attività, in Italia e all’estero.

Seguici sui nostri social (Facebook, Instagram, Twitter, LinkedIn, Youtube) e  iscriviti alla  newsletter  per ricevere aggiornamenti, sconti, agevolazioni per  organizzare al meglio la tua partecipazione.