Nuove soluzioni per la mobilità elettrica: cos’è e come funziona la ricarica wireless

PER AFFRONTARE IL PROBLEMA DELLA MANCANZA DI INFRASTRUTTURE DI RICARICA, LE CITTÀ HANNO INIZIATO A ESPLORARE OPZIONI DI RICARICA AL DI FUORI DELLA TRADIZIONALE STAZIONE FISSA

 

Tra le soluzioni c’è la ricarica dinamica, anche nota come ricarica wireless o in movimento

 

Le economie avanzate stanno lavorando per decarbonizzare i loro sistemi di trasporto. La chiave è accelerare l’adozione di massa dei veicoli elettrici. Mentre le società si muovono verso un futuro completamente elettrico e la domanda di veicoli elettrici aumenta, la sfida è come rifornire un crescente numero di veicoli senza sovraccaricare la rete oltre la sua capacità. Mentre alcuni esperti prevedono che i veicoli elettrici sovraccaricheranno la rete, altri hanno cercato modi per sostenere l’infrastruttura energetica, comprese soluzioni come la ricarica wireless, l’integrazione vehicle-to-grid (V2G) o modi più efficienti per utilizzare le fonti di energia rinnovabili. L’obiettivo è quello di trovare soluzioni che possano rafforzare questa infrastruttura, per evitare di spingere la rete oltre i suoi limiti.

credits pixabay.com

Le sfide 

Il clima. Secondo il più recente rapporto sui cambiamenti climatici dell’IPCC, le ondate di calore estremo che prima si verificavano solo una volta ogni 50 anni, dovrebbero verificarsi una volta ogni decennio (o anche più frequentemente). Questo è dovuto al riscaldamento globale e alle emissioni antropogeniche. Gli attuali sistemi energetici saranno in grado di resistere all’aumento delle temperature causato dal cambiamento climatico?

Un numero crescente di veicoli elettrici. Oltre alle fluttuazioni di temperatura che influenzano la rete, molti analisti sono anche preoccupati sulla capacità della rete di sostenere il crescente numero di veicoli elettrici che si prevede entreranno sul mercato nei prossimi anni. Cosa dicono gli studi? L’elettrificazione dei trasporti richiederà probabilmente un raddoppio della capacità entro il 2050. Questo richiede opzioni di ricarica diversificate per i veicoli elettrici che possano aumentare la flessibilità e i tempi di carico durante le ore di punta della ricarica stessa. 

Le risposte

I governi sono alla ricerca di modi per implementare l’infrastruttura di ricarica necessaria per tenere il passo con la crescente quantità di veicoli elettrici, garantendo al contempo la stabilità della rete. Per affrontare questa mancanza di infrastrutture di ricarica, le città hanno iniziato a esplorare soluzioni di ricarica al di fuori della tradizionale stazione fissa, non solo per accelerare l’adozione dell’infrastruttura di ricarica necessaria, ma anche per proteggere la rete. Una di queste opzioni è la ricarica dinamica, altrimenti nota come ricarica wireless o in movimento.

Ricarica senza fili

Sforzo aggiuntivo. La ricarica senza fili dei veicoli elettrici secondo gli esperti rappresenterà un ulteriore sforzo per l’infrastruttura di rete esistente, aumentando la variabilità della domanda a causa della frammentazione della durata della ricarica causata dalla disposizione e dal traffico delle corsie di ricarica. D’altra parte, molti sostengono che la ricarica senza fili in realtà riduce la domanda sulla rete elettrica a causa del fatto che la domanda di energia è distribuita nel tempo e nello spazio per tutto il giorno, piuttosto che essere confinata al periodo di ricarica tra le 14 e le 19, il che consente una riduzione delle connessioni di rete e degli aggiornamenti necessari.

Non plug-in. La ricarica wireless inoltre può essere implementata in luoghi dove le soluzioni di ricarica conduttiva (plug-in) non possono, come le strade, direttamente sotto le banchine di carico delle strutture commerciali, nei punti di uscita e di ingresso delle strutture, sotto le code dei taxi, nelle stazioni e nei terminal degli autobus, il che significa che la tecnologia wireless può caricare i veicoli elettrici a intervalli regolari durante il giorno con una ricarica “top-up”.

Uso efficiente dell’energia solare. Questo metodo permetterebbe anche un uso più efficiente dell’energia solare rinnovabile, che viene prodotta e utilizzata principalmente durante le ore diurne. Significa che sono necessari limitati dispositivi aggiuntivi di immagazzinamento dell’energia, a differenza delle stazioni di ricarica conduttiva per i veicoli elettrici, che generalmente possono essere utilizzate solo nelle ore serali e notturne e richiedono un immagazzinamento dell’energia.

Ma la ricarica wireless può aiutare la rete a sostenere l’adozione diffusa dei veicoli elettrici? Mentre i veicoli elettrici per passeggeri pongono delle sfide alla rete, la ricarica delle flotte su larga scala sarà un compito enorme se i governi non anticipano la transizione. La ricarica wireless offre una soluzione conveniente per gli operatori che desiderano andare incontro agli obiettivi di riduzione delle emissioni di carbonio, con le flotte commerciali e passeggeri elettrici che dovrebbero rappresentare il 10% -15% di tutti i veicoli della flotta entro il 2030. 

I metodi di ricarica innovativi giocheranno un ruolo chiave nella modernizzazione e nell’adattamento della nostra rete elettrica

Anche se la ricarica wireless è ancora relativamente nuova per il mercato, i benefici stanno cominciando a diventare evidenti. Tra le crescenti preoccupazioni per le infrastrutture di rete obsolete di fronte ai diffusi sforzi di elettrificazione dei trasporti, all’aumento delle temperature e alle condizioni meteorologiche estreme, i metodi di ricarica innovativi possono fornire una soluzione ottimale. Grazie alla distribuzione della ricarica dei veicoli elettrici nel corso della giornata per evitare il sovraccarico al supporto delle esigenze di capacità energetica dei veicoli passeggeri e delle grandi flotte contemporaneamente, tecnologie come la ricarica wireless potrebbero diventare risorse chiave in un futuro decarbonizzato completamente elettrico.

fonti: techcrunch.com

foto di copertina: https://pixabay.com/

 

Maker Faire Rome – The European Edition, promossa dalla Camera di Commercio di Roma e organizzata dalla sua Azienda speciale Innova Camera, si impegna da ben nove edizioni a rendere l’innovazione accessibile e fruibile con l’obiettivo di non lasciare indietro nessuno offrendo contenuti e informazioni in un blog sempre aggiornato e ricco di opportunità per curiosi, maker, startup e aziende che vogliono arricchire le proprie conoscenze ed espandere il proprio business, in Italia e all’estero.

Seguici, iscriviti alla nostra newsletter: ti forniremo solo le informazioni giuste per approfondire i temi di tuo interesse