Espositori 2021


AF.Slider - the AFfordable Slider

AF.Slider - the AFfordable Slider

AF.slider è di per sé un semplice slider per riprese video, time-lapse e stop motion.
Ciò che lo distingue dagli altri presenti in commercio è l'idea alla base: AF.slider vuole essere uno slider accessibile a tutti, dal professionista all’appassionato amatoriale che non può permettersi le attrezzature tecniche del settore.


Il motto del progetto è infatti #noncebudget: ciò che mi sono prefissato come obiettivo è la realizzazione di uno strumento che sia il più possibile professionale, ma che mantenga comunque un costo contenuto.
Oltre ad avere un costo accessibile, per i veri makers tutti i file saranno open-source: il progetto sarà interamente fruibile gratuitamente da chiunque voglia cimentarsi nella costruzione fai-da-te dello slider. Ciò che non può essere realizzato in casa sarà di semplice reperibilità: i binari, per esempio, sono costituiti da profili di alluminio estruso, la cui sezione è stata scelta appositamente per ottimizzare il momento di inerzia e quindi ridurre la freccia totale sotto il carico della macchina da presa stessa.
Inoltre, per rendere lo slider il più universale possibile, l’alimentazione viene fornita tramite comuni powerbank o caricatori USB.


L'obiettivo più a lungo termine del progetto è arricchire lo slider con ulteriori “accessori”, fra cui per esempio una pan-tilt head (per ampliare il controllo di movimento negli altri due assi) ed un blocco centrale per estendere la corsa totale del carrello.




AF.Slider - the AFfordable Slider

Fulvio Airaghi

Nato a Rho (MI) nel 1994, ho intrapreso gli studi di perito chimico durante le scuole superiori, che si sono poi trasformati in una laurea triennale e magistrale in ingegneria dei materiali presso il Politecnico di Milano. Durante il periodo di tesi magistrale ho avuto la fortuna di lavorare presso l’Istituto Ortopedico Rizzoli di Bologna, ad un protocollo sperimentale per la caratterizzazione meccanica del tessuto osseo corticale. È stato un periodo estremamente stimolante che mi ha permesso di approfondire il mio interesse per il settore biomedicale, ed in particolare per i materiali di origine naturale. In aggiunta, ho trascorso un ragguardevole numero di ore all’interno dell’officina meccanica del Rizzoli, permettendomi di esprimere la mia grande passione per i lavori manuali.

Fin da che ho ricordo, infatti, sono sempre stato un grande appassionato del fai-da-te, a partire dai fallimentari tentativi di riprodurre lo opere di “Art-Attack”, alle innumerevoli costruzioni e meccanismi realizzati con i Lego, per poi passare successivamente ai modellini creati con il Meccano.
Lo step successivo è stato venire a contatto con Arduino: una volta scoperto cosa fosse, e quanto fosse facile e versatile da utilizzare, si sono aperte davanti a me infinite possibilità e nuove idee da costruire. In più di un'occasione, inoltre, le seppur poche conoscenze apprese autonomamente sulla programmazione e sulle basi dell’elettronica, si sono rivelate estremamente utili anche in campo lavorativo.
Nel mentre, ho sviluppato un’altra grande passione, quella per il videomaking: a partire da semplici animazioni realizzate con qualche scarabocchio fatto al computer, per poi arrivare a qualche piccolo cortometraggio. La trovo un’attività estremamente affascinante, in grado di distogliere i pensieri dal pragmatico mondo dell’ingegneria, per lasciare libera la creatività e la fantasia.
Ancora oggi tutte queste, ed anche altre, passioni mi spingono a mantenere viva la mia creatività e manualità, oltre alla voglia di esplorare nuovi ambiti, ed alimentano il mio sogno di di avviare un giorno la mia piccola e personale attività.



 Arts
  I.07 (pav. I) - Fulvio Airaghi
 2021

Back
 
Dati aggiornati il 09/11/2021 - 11.51.35