Ravanelli Sulla Luna. L’idea e’ di nutrire gli astronauti anche con quello che potranno coltivare direttamente.

La durata del giorno lunare sembra essere sufficiente per formare i germogli dei ravanelli

 

Durante il confinamento alcuni di noi hanno imparato a cuocere il pane, altri a far torte; lo scienziato della NASA Max Coleman invece, che lavora ai progetti per il ritorno sulla Luna, si è dedicato a studiare le possibilità di coltivazione sul nostro satellite, e lo ha fatto scegliendo dei ravanelli.

Ravanelli sulla luna 

A dirla tutta, la notizia sembra arrivare dritta dritta dalla sceneggiatura del film “The Martian” ma, si sa, e’ spesso la realtà che ispira la fantasia!

Coleman ha scelto dei ravanelli perché questa pianta vegeta piuttosto rapidamente. E’ un aspetto molto importante perché sulla luna giorni e notti durano 14 giorni terrestri ciascuno. “Sono stati già usati in passato, nello spazio, e germogliano molto, molto velocemente” ha affermato Colemand nel comunicato stampa ufficiale che ha riportato la notizia.

Ricerca da casa 

Dopo lo scoppio della pandemia di COVID-19, Coleman e il suo team hanno dovuto posticipare i test relativi alle missioni sulla Luna per le quali si stanno preparando. Il team ora lavora a distanza da casa; e’ stato proprio durante uno dei loro incontri video, che Coleman ha riflettuto su come poter coltivare i ravanelli sulla luna. Ha avuto l’idea di fare alcuni test, sia in terreno privo di nutrienti che su terreno che ne conteneva una piccola quantità.

 

Coleman's makeshift kitchen lab. Image Credit- NASA:JPL-Caltech
Coleman’s makeshift kitchen lab. Image Credit- NASA:JPL-Caltech

 

Ha ordinato online dei semi di ravanello e della sabbia del deserto, che e’ la più affine a quella lunare, non particolarmente ricca di nutrienti.

Nutrire gli austronauti coltivando ravanelli sul suolo lunare

A monte, l’idea e’ quella di riuscire a nutrire gli astronauti che faranno parte della missione limitando al minimo gli approvvigionamenti dalla Terra.

“Vogliamo fare un piccolo passo in quella direzione, e cercare anche di dimostrare che il suolo lunare contiene elementi che, adeguatamente estratti e trattarsi, possono fungere da nutriente per le piante”, ha detto Coleman, e ha aggiunto, “questo prevede anche di comprendere al meglio quali siano i giusti elementi chimici per consentire alle piante di produrre clorofilla e far crescere correttamente, come e’ necessario, le pareti cellulari che le compongono”.

 

Perchè i Ravanelli sulla Luna?

I ravanelli sono rinomati per richiedere piccolissime quantità di acqua per la loro coltivazione;  tuttavia, con grande sorpresa di Coleman, dosi persino ulteriormente ridotte di acqua hanno prodotto piante sane e rigogliose.

La composizione del suolo della Luna

Naturalmente, gli elementi chimici presenti sulla Luna sono leggermente diversi da quelli presenti sulla Terra, per questo Coleman ha ricordato che “non possiamo testare davvero correttamente qui sulla Terra, simulando un perfetto terreno lunare, ma stiamo facendo tutto il possibile per avvicinarci a quanto troveremo li. Vogliamo dimostrare che questa strategia potrebbe davvero funzionare sulla Luna“.


 

Maker Faire Rome The European Edition si impegna da ben otto edizioni a rendere l’innovazione accessibile e fruibile con l’obiettivo di non lasciare indietro nessuno offrendo contenuti e informazioni in un blog sempre aggiornato e ricco di opportunità per curiosi, maker, startup e aziende che vogliono arricchire le proprie conoscenze ed espandere il proprio business, in Italia e all’estero.

Seguici, iscriviti alla nostra newsletter: ti forniremo solo le informazioni giuste per approfondire i temi di tuo interesse.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Maker Faire Rome 2020 Partner

Promosso e organizzato da

MAIN PARTNER

GOLD PARTNER

© 2020 Maker Faire Rome - The European Edition
Innova Camera - Azienda Speciale della Camera di Commercio di Roma - P.IVA e C.F 10203811004 - www.innovacamera.it
Privacy policy