Innovare l’agricoltura e’ la chiave per uno sviluppo sostenibile che rispetti le persone e il pianeta

A Maker Faire Rome, quattro giorni di progetti, incontri, webinar per scoprire come “nutrire” sviluppo sostenibile

 

Da sempre, Maker Faire Rome si impegna nella diffusione e nella conoscenza delle tecniche più innovative per tutto ciò che riguarda l’agricoltura sostenibile, per la salvaguardia dell’ambiente e la salute dell’uomo. L’edizione 2020, in programma dal 10 al 13 dicembre, non fa eccezione: un’intera sezione e’ dedicata ai temi dell’innovazione nella filiera della produzione e del consumo alimentare, nel rispetto degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile fissati delle Nazioni Unite.

L’agricoltura sostenibile nasce dall’esigenza di preservare l’ambiente, mantenere ed espandere le risorse naturali della terra e migliorare la qualità della vita per animali e esseri umani. Con un approccio sostenibile, infatti, possiamo soddisfare le esigenze alimentari e tessili della società senza il timore di esaurire le risorse naturali della terra per le generazioni future e cercando di ridurre l’impatto ambientale, in quanto giova all’ambiente aiutando a mantenere la qualità dei terreni, riducendo l’emissione di gas serra e preservando la qualità dell’acqua.  

Le innovazioni per la produzione

Tra i progetti innovativi in partecipazione all’edizione online di Maker Faire Rome 2020 — The European Edition vediamo diverse aziende che portano soluzioni a molteplici aspetti dell’agricoltura, rendendo il lavoro più sostenibile e riducendo gli sprechi. Vediamone alcuni: 

Agricooltur, ad esempio, è un’azienda innovativa fondata sulla coltivazione aeroponica. La coltivazione aeroponica è basata sulla sinergia tra agronomia, elettronica e le nuove innovazioni tecnologiche e Agricooltur ha le idee ben precise: la sua missione è quella di migliorare il mondo in cui viviamo ottimizzando i processi di coltivazione, rendendola più sostenibile e migliorando i modelli di consumo riducendo al minimo gli sprechi.  

Tra le sue idee innovative troviamo la coltivazione fuorisuolo e il consumo a “cm0”, grazie al recupero di siti urbani come luoghi dove poter fare agricoltura e la riduzione del consumo dell’acqua del 95%. 

Rimanendo in temi di riduzione del consumo dell’acqua, Hexagro si occupa di sviluppare giardini modulari per ambienti interni ed esterni, con l’intento di convertire in uno spazio verde produttivo qualsiasi suolo urbano e ricreare una connessione tra l’uomo e la natura attraverso l’urban farming.  

Uno dei prodotti di punta di Hexagro è il Living Farming Tree: un orto verticale indoor offerto come servizio o venduto direttamente offrendo un design elegante per ambienti indoor che si serve di una tecnologia all’avanguardia come l’illuminazione a LED per l’orticoltura, l’agricoltura aeroponica ed il software IoT. Con l’aeroponica si può nebulizzare una mistura d’acqua e sostanze nutritive direttamente sulle radici delle piante che cresceranno in maniera efficiente grazie agli alti livelli di ossigenazione e nessuna resistenza meccanica.  

L’acqua viene in un secondo momento raccolta poi nel serbatoio, riducendo del 95% gli sprechi del consumo dell’acqua che avvengono normalmente in agricoltura. 

Prendersi cura degli scarti

Con Grycle, invece, la raccolta differenziata ridurrà il volume dei rifiuti di oltre il 90%, trasformandoli in materia prima e seconda. Grycle è una macchina che trasforma i rifiuti dell’indifferenzata in granuli di materia prima che vengono separati e pronti per il riutilizzo, eliminando la necessità di fare la raccolta differenziata manuale. Inoltre, Grycle è dotata di un modulo di intelligenza artificiale che le consente di aggiornare costantemente le sue conoscenze dei materiali analizzati in modalità di auto-apprendimento, riconoscendo decine di materiali, dai più complessi ai più semplici. Quando una macchina riconoscerà un nuovo  materiale, tutte le altre si sincronizzeranno e acquisiranno automaticamente la stessa capacità. Il lavoro di Grycle è suddiviso in tre fasi: tritatura del rifiuto, filtraggio dei granuli e selezione dei materiali. 

KiRa Technology, invece, ha come scopo quello di generare autonomamente energia dagli scarti organici, essendo un microgeneratore a biomassa per utenze domestiche e di piccola potenza. Grazie al suo sistema elettrico a recupero termico permette una riduzione delle emissioni di CO2 tramite la valorizzazione energetica di scarti organici agricoli, industriali e zootecnici emettendo nell’atmosfera meno carbonio, una soluzione dal costo basso ma dall’alto rendimento. 

Per la purificazione delle acque, invece, Captive System ha ideato di spugne magnetiche che si occupano della purificazione delle acque reflue industriali, il cui nome è MagnetoSponges. La loro tecnologia di basa sull’utilizzo del magnetismo sotto forma di aggregati di nanoparticelle che attirano a sé tutte le sostanze inquinanti presente nelle acque di scarico delle industrie. La loro forma, inoltre, le rende facili da recuperare e sul sito sono disponibili tre tipologie di spugne diverse: anioniche, cationiche e lipofilliche, ciascuna di loro adatta a filtrare inquinanti di natura diversa, dagli oli, agli idrocarburi ad altri composti organici, metalli e altre sostanze nocive per le acque e la salute dell’uomo. 

Agritech per la coltivazione

Ma l’innovazione non è solo di servizio: il palinsesto di Maker Faire Rome 2020 prevede la presentazione di diversi progetti di robotica, IoT, sensoristica, macchinari di ultima generazione ed altre innovazioni tecnologiche avanzate per l’agricoltura sostenibile, al fine di migliorare la salute del nostro pianeta e dei suoi abitanti.  

 

Puoi scoprire tutti i contenuti dedicati all’industria agri & food tech a Maker Faire Rome 2020 dal 10 al 13 dicembre, online su www.makerfairerome.eu  

La partecipazione è gratuita.

UNTIL WE MEET AGAIN


 

Maker Faire Rome – The European Edition si impegna da ben otto edizioni a rendere l’innovazione accessibile e fruibile con l’obiettivo di non lasciare indietro nessuno offrendo contenuti e informazioni in un blog sempre aggiornato e ricco di opportunità per curiosi, maker, startup e aziende che vogliono arricchire le proprie conoscenze ed espandere il proprio business, in Italia e all’estero.

Iscriviti alla nostra newsletter: riceverai solo le informazioni giuste per approfondire i temi di tuo interesse. 

 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

MAKER FAIRE ROME 2021 PARTNER

Promosso e organizzato da

Con il supporto di

In collaborazione con

Con il patrocinio di

In partnership con

MAIN PARTNER

GOLD PARTNER

Silver partner

BRONZE PARTNER

MAIN MEDIA PARTNER

MAIN MEDIA PARTNER PRESS & DIGITAL

TECHNICAL MEDIA PARTNER

MEDIA PARTNER

CONTENT PARTNER

FOOD TECHNICAL PARTNER

© 2021 Maker Faire Rome - The European Edition
Innova Camera - Azienda Speciale della Camera di Commercio di Roma - P.IVA e C.F 10203811004 - www.innovacamera.it
Privacy policy