Espositori 2017


Smart Building Monitoring

Smart Building Monitoring

Gli edifici intelligenti integrano sistemi eterogenei per la gestione degli ambienti e per il monitoraggio dei consumi. Lo Smart Building Monitoring integra due diversi componenti: la prima basata su una soluzione industriale, composta da un controllore e sensori EnOcean, la seconda basata su una soluzione low-cost, composta da Kosmo server, sensori basati su Arduino e comunicazioni Bluetooth. Il sistema prevede anche una piattaforma per l’acquisizione e l’analisi dei dati in modo da poter individuare anomalie e malfunzionamenti, e migliorare le abitudini degli utenti.
Italy


Smart Building Monitoring

MCIPLab (Prof. Stefano Panzieri, Cosimo Palazzo, Dario Masucci)

Prof. Stefano Panzieri ha ricevuto la laurea in Ingegneria Elettronica nel 1989 e il dottorato in Ingegneria dei Sistemi nel 1994, entrambi presso l’Università “La Sapienza”. Dal 1996, è come Professore Associato presso Università degli Studi “Roma Tre”, dipartimento di Ingegneria. I suoi corsi sono nel campo dei controlli automatici, digitali e industriali, nei corsi di laurea di elettronica, meccanica e informatica. È inoltre il responsabile del laboratorio di automatica e di infrastrutture critiche (MCIPlab – Models for Critical Infrastructure Protection) presso la sezione di Informatica e Automazione.
Cosimo Palazzo è un dottorando press oil dipartimento di Ingegneria dell’Università degli Studi “Roma Tre”, dove ha ricevuto la laurea magistrale nel 2014. I suoi interessi accademici sono nel capo della protezione delle Infrastrutture Critiche (avendo progettato e implementato CISIApro – www.cisiapro.it) . sistemi per il supporto delle decisioni, Internet of Things (IoT). È stato coinvolto in diversi progetti europei, tra cui FACIES, URANIUM, FP7 CockpitCI, e H2020 ATENA. Ha anche sviluppato Kosmo Server.
Dario Masucci è un collaboratore presso dell’Università degli Studi “Roma Tre” dal 2015, quando ha ricevuto la laurea magistrale. I suoi interessi accademici includono algoritmi di ottimizzazione multi-obiettivo e la sostenibilità energetica. Negli ultimi due anni, è stato coinvolto di diversi progetti europei, dove ha progettato e sviluppato algoritmi per il decision making, modelli di interdipendenze per le Infrastrutture Critiche e strumenti per la gestione delle emergenze. Attualmente sta collaborando con ENEA per lo studio di algoritmi per l’identificazione di guasti per il risparmio energetico.


  A12 (pav. 6) - Università degli Studi Roma Tre
 2017

Back
 
Dati aggiornati il 13/12/2020 - 23.41.04