Maker Faire Rome 2021: i 10 progetti che non puoi proprio perderti

Dalla Hydro Farming di Giorgia Pontetti alle soluzioni ecosostenibili di RECO2. La Maker Faire Rome anche in questa nona edizione vi stupirà. Date un’occhiata a questi progetti. Sono la top ten. Una piccola selezione dei migliori tra i migliori. La scelta è stata curata dallo staff della manifestazione. Ve li raccontiamo QUI.

 

LEGGI ANCHE: MAKER FAIRE ROME 2021: LA TRE GIORNI SUL MAIN STAGE. TEMI E PROTAGONISTI NEL CUORE DELLA FIERA

 

 

HYDRO-FARMING

Hydro Farming

 

Una gamma di prodotti idroponici: lampade di nuova generazione, elettrodomestici e una Vertical Farm idroponica compatta, sterile, completamente computerizzata, per coltivazioni sane e pulite a Km 0. Tutto questo è Hydro Farming, il progetto di Giorgia Pontetti. Giorgia, nata nel 1977, è un ingegnere elettronico e astronautico con una grande passione per la natura e la tecnologia. Nonostante i suoi studi rigidi e formali come ingegnere, la passione per l’agricoltura ha sempre accompagnato la sua vita. Dal 1996 è CEO di G & A Engineering, un centro di ricerca privato per la microelettronica per applicazioni spaziali e piccola imprese, in grado di progettare e produrre apparati speciali per applicazioni militari e spaziali. Dal 2004 ha avviato una sua azienda agricola, tradizionale e tecnologica, la Ferrari Farm, dove coltiva sia in pieno campo con metodo bio, che in serre sterili, sigillate e computerizzate. Il progetto lo trovate nell’area LIFE.

 

Vytreum

 

RECO2 è una startup innovativa Cleantech attiva nel settore della Bioedilizia. È l’unica startup ad aver brevettato un processo produttivo rivoluzionario per la realizzazione di una nuova gamma di materiali funzionali per la bioedilizia. Attraverso un modello virtuoso di economia circolare ed un rivoluzionario processo produttivo brevettato, RECO2 è in grado di recuperare e trasformare vari tipi di materie prime seconde inorganiche ed inerti (tra cui vetro, scarti lavorazioni ceramiche, scarti di acciaierie, ecc.), in un’ampia gamma di prodotti funzionali per un’edilizia sostenibile e dall’impronta green. Il rivoluzionario processo produttivo rappresenta il maggiore punto di forza di RECO2, in quanto permette di utilizzare temperature inferiori a 100 °C per la produzione dei prodotti, con una conseguente riduzione dei costi di produzione (in termini, soprattutto, di consumi di acqua ed energia) di circa l’80% e delle emissioni di CO2 di circa il 90% rispetto alla media dei processi convenzionali di cottura della ceramica. Il loro primo prodotto si chiama Vytreum, un materiale ceramico-cementizio interamente realizzato a partire da materie prime seconde inorganiche, utilizzato per: la realizzazione di pavimentazioni ecosostenibili sia da interni che da esterni, applicazioni di rinnovo e arredo urbano, applicazioni di design. Il progetto lo trovate nell’area LIFE.

Nanosaur

Nanosaur

 

Nanosaur è il più piccolo robot costruito su una NVIDIA Jetson Nano. Il robot è progettato per essere semplice da costruire in casa, avendo a disposizione una stampante 3D, e con pochi altri componenti è possibile vederlo in azione. Nanosaur è dotato di una telecamera frontale, due display per gli occhi ed un powerbank per alimentare il robot, le dimensioni complessive sono di 10 x 12 x 6 cm con un peso di solo 500g.
L’architettura di Nanosaur è basata su ROS2 foxy, con ROS deepstream ad un sistema di localizzazione basata sulla stessa telecamera frontale.
Il progetto è ancora in fase di sviluppo, ma già conta di una community sparsa per il mondo con diverse modifiche e progetti in corso. Il suo progettista è Roberto Borghi. Il progetto lo trovate nell’area EDUCATION.

 

MecGeos Robot

MecGeos, acronimo di Mechatronic for Geodetic System, è un robot capace di supportare il lavoro del tecnico geomatico in campo. È stato progettato da Monitor the Planet, un team di esperti in Geomatica, la disciplina che si occupa della gestione automatizzata dell’informazione relativa al territorio. Il robot è stato utilizzato per molte ore e l’autonomia risulta oltrepassare la giornata di lavoro. La tecnologia robotica è integrata con la strumentazione geodetica delle grandi case produttrici. MecGeos sarà dotato di navigazione autonoma tramite camere e sensori lidar. Utilizzerà tracciati pre-impostati e navigazione autonoma GNSS. Invierà i dati raccolti direttamente in ufficio.

WeCare

WeCare

 

WeCare è un progetto che ha per obiettivo la sanificazione sostenibile, ride-by-ride, per i veicoli condivisi in modo veloce, automatizzato ed ecologico. Manuel Favaron, Riccardo Sassetti, Vittorio Stefanini, Simone Franceschetti, Mario Villano, Gabriele Pollastrini, Francesco D’Urso, i progettisti, hanno sviluppato una soluzione per ridurre la diffusione del COVID-19 ma anche di migliorare il livello di igiene all’interno dei veicoli come taxi, auto condivise e flotte aziendali. Un sistema rapido, ecologico e realizzato con componenti di alta qualità rende il nostro prodotto innovativo e competitivo sul mercato, oltre che scalabile facilmente anche in altri settori. Il progetto lo trovate nell’area LIFE.

 

Wearable & Biosensing

 

Il mondo dei dispositivi indossabili è in forte espansione, ma ad oggi molto è ancora da fare per rendere le soluzioni davvero indossabili, poiché spesso risultano scomode, con forme standard e poco adattabili. Inoltre, vi sono pochi prodotti wearable (come hardware o prodotti tessili innovativi) da inserire nei progetti di maker, studenti e designer. L’importanza dei prodotti wearable integrati sempre più nei capi, è di fondamentale importanza soprattutto in questa fase post covid in cui il monitoraggio a distanza e a casa dei pazienti è sempre più diffuso. In Wearable & Biosensing, progetto di ricerca dell’Università di Pisa, si realizzano sensori tessili innovativi, a basso impatto sulla vita degli utenti grazie ad una massima indossabilità e con la possibilità di personalizzarne il design e l’uso, con un focus rivolto a realizzare e diffondere le tecnologie wearable per i progetti dei maker. 

Filanda 4.0_Zagarolo

Filanda 4.0_Zagarolo

Filanda 4.0 è un progetto sviluppato da Massimo Proia, Maddalena Mariani, Antonella Della Bella, che vuole mettere in dialogo tradizione ed innovazione per ripensare la seta come nuova eccellenza del “Made in Italy”. Un set di macchinari a funzione integrata esegue tutti gli step produttivi e che dialoga con l’operatore tramite sistema IoT per un controllo della filiera anche da remoto. Il filo di seta così prodotto viene lavorato artigianalmente “a tombolo” per realizzarne preziosi merletti. Il progetto lo trovate nell’area LIFE

Relio: Open Source Lighting made for Science and Cinema

 

Relio: Open Source Lighting made for Science and Cinema

 

Relio è un ecosistema, ideato da Marco Bozzola, di micro-illuminatori professionali con fortissima predisposizione alle filosofie “Open” e “Makers”. I prodotti Relio sono usati in tutto il mondo sia da fotografi amatori sia da istituti di ricerca scientifica di assoluto prestigio. Crediamo che affiancare hardware professionale e filosofie Open, quali firmware su Git-Hub, modelli gratuiti per stampa 3D e documentazione estensiva dell’hardware siano la chiave vincente per emergere in un mercato affollato di prodotti chiusi e rapidamente obsolescenti. Il progetto lo trovate nell’area FABRICATION.

Flipper

Flipper “I Quattro Cavalieri”

 

Il Flipper “I Quattro Cavalieri” è il primo flipper (progettato da La Bottega delle Idee) per quattro giocatori contemporanei, lo si può definire quindi un flipper di cooperazione dove ognuno dei giocatori, raggiungendo il proprio obbiettivo (che spiegherò tra poco), fa si che, al termine della partita, abbia contribuito al raggiungimento dello scopo comune. Ognuno dei quattro flipper è ancorato alla parte centrale di forma quadrata e quindi il flipper ha una forma a croce. Sul piano di gioco ci sono, oltre al cavaliere, due corsie nelle quali il giocatore lancerà la propria sfera. Il progetto lo trovate nell’area LIFE

Sapienza Technology Team

Sapienza Technology Team

 

Progettare e costruire sistemi robotici simili a quelli usati per l’esplorazione spaziale. Questo l’obiettivo del Sapienza Technology Team. Il progetto lo trovate nell’area RESEARCH

OPT-IN: optical inceptor

OPT-IN: optical inceptor

OPT-IN è un’innovativa tecnologia che punta a rivoluzionare lo stato dell’arte nelle misure di interazione uomo-macchina, con applicazioni che si estendono dall’aeronautica fino al mondo dell’allenamento muscolare e della riabilitazione. Il tutto è possibile integrando un sensore di pressione ottico di nuova ideazione nei dispositivi al fine di monitorare le interazioni con l’utente. A sviluppare il progetto è stato Pierre Garbo.

Il sensore OPT-IN è stato sviluppato inizialmente in ambito aerospaziale come strumento per misurare e monitorare l’attività delle mani dei piloti su comandi elicotteristici. È stato testato su simulatori di volo full-scale ed ha dimostrato ottimi risultati in termini di affidabilità, bassa latenza e linearità del segnale. Il suo utilizzo principale in questo ambito è stato quello di fornire uno strumento affidabile, non invasivo e di facile applicazione per rilevare e quantificare interazioni avverse tra pilota e velivolo, misurando il carico di lavoro del pilota ed il suo stato di stress durante specifiche manovre sulla base dell’interazione tra mano e comando di input. Il progetto lo trovate nell’area RESEARCH

 

fonti: makerfairerome.eu

foto di copertina: makerfairerome.eu

 

Maker Faire Rome – The European Edition, promossa dalla Camera di Commercio di Roma e organizzata dalla sua Azienda speciale Innova Camera, si impegna da ben otto edizioni a rendere l’innovazione accessibile e fruibile con l’obiettivo di non lasciare indietro nessuno offrendo contenuti e informazioni in un blog sempre aggiornato e ricco di opportunità per curiosi, maker, startup e aziende che vogliono arricchire le proprie conoscenze ed espandere il proprio business, in Italia e all’estero.

Seguici, iscriviti alla nostra newsletter: ti forniremo solo le informazioni giuste per approfondire i temi di tuo interesse

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

MAKER FAIRE ROME 2021 PARTNER

Promosso e organizzato da

Con il supporto di

In collaborazione con

Con il patrocinio di

In partnership con

MAIN PARTNER

GOLD PARTNER

Silver partner

BRONZE PARTNER

MAIN MEDIA PARTNER

MAIN MEDIA PARTNER PRESS & DIGITAL

TECHNICAL MEDIA PARTNER

MEDIA PARTNER

CONTENT PARTNER

FOOD INNOVATION PARTNER

© 2021 Maker Faire Rome - The European Edition
Innova Camera - Azienda Speciale della Camera di Commercio di Roma - P.IVA e C.F 10203811004 - www.innovacamera.it
Privacy policy