DAGLI SCARTI CASEARI UN PACKAGING 100% GREEN
DAGLI SCARTI CASEARI UN PACKAGING 100% GREEN

DAGLI SCARTI CASEARI UN PACKAGING 100% GREEN

Il progetto Biocosì (tecnologie e processi innovativi per la produzione di imballaggi 100% Biodegradabili e Compostabili per un'industria Sostenibile, economica/circolare ed Intelligente) sviluppato nell'ambito del bando della Regione Puglia Innonetwork e finanziato con circa 1,1 milioni di euro dal Programma operativo regionale Por-Fesr 2014-2020 che trasformerà i rifiuti caseari in risorse da cui ottenere bioplastiche, ridisegnando in questo modo il packaging in chiave sostenibile. Il progetto grazie al processo di separazione a membrana sviluppato dall'ENEA nel Centro Ricerche di Brindisi per il frazionamento del siero di latte, consente sia il recupero differenziato di tutte le componenti (quali sieroproteine/peptidi, lattosio e sali minerali) che di acqua ultrapura. Inoltre, la collaborazione EggPlant-Enea per la produzione di bioplastica biodegradabile e bioderivata dal lattosio estratto da questo refluo, consente la totale valorizzazione dei rifiuti orientata all'innovazione della filiera agro-alimentare, con benefici anche in termini di riduzione degli inquinanti dell'industria casearia e di impatto della plastica nell'ambiente.
Italy


DAGLI SCARTI CASEARI UN PACKAGING 100% GREEN

Valerio Miceli

Svolgo attività di ricerca scientifica dal 1990. Dopo aver vinto una borsa di studio in “Materiali Biocompatibili”, presso il Centro Nazionale di Ricerca e Sviluppo Materiali, trascorro un periodo di due anni e mezzo presso i laboratori di ricerca e sviluppo della Fidia Advanced Biopolymer di Abano terme (PD), acquisendo tutte le tecniche di caratterizzazione chimico –fisica e definendo i protocolli sperimentali ed impiantistici per lo sviluppo di materiali biocompatibili a base di acido ialuronico.
Dal 1993 al 2001, presso il PASTIS-CNRSM, entro a far parte di un team di ricerca per la realizzazione di alcuni progetti nazionali su Materiali Innovativi per il Settore Agroalimentare: Membrane Organiche” e Innovazioni di Processo per la Produzione di Alimenti Disidratati” ed ancora “Utilizzo di Tecnologie di Trattamento in Alta Pressione per la valorizzazione di prodotti tipici dell’Area Mediterranea”.
Laureato in Scienze Biologiche svolgo attualmente attività di ricerca presso l’ENEA di Brindisi, occupandomi di ricerca e sviluppo di materiali biodegradabili ed estrazione di biomolecole da reflui provenienti dal settore agroalimentare con particolare attenzione allo studio delle propietà viscoelastiche dei polimeri.
Coordinatore e/o responsabile dell'Unità di ricerca ENEA in progetti di ricerca finanziati dal Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca (MIUR), Ministero dello Sviluppo Economico (MISE PON – REC SMART CITIES AND COMMUNITIES AND SOCIAL INNOVATION), Regione Puglia (FESR-FSE 2014-2020). KEO (knowledge Exchange Officer) dell'area tematica Biotechnology for Health and Nutrition.
Dal 2018 ricopro il ruolo di Responsabile Scientifico e Coordinatore del Progetto Regionale "Sviluppo di tecnologie e processi innovativi per la produzione di imballaggi 100% BIOdegradabili e COmpostabili per un’industria Sostenibile, circolare ed Intelligente – BIOCOSI”.


Stand C3 (pav. 3) - ENEA

Back
 
Dati aggiornati il