Espositori 2021


OPT-IN: optical inceptor

OPT-IN: optical inceptor

OPT-IN è un’innovativa tecnologia che punta a rivoluzionare lo stato dell'arte nelle misure di interazione uomo-macchina, con applicazioni che si estendono dall'aeronautica fino al mondo dell’allenamento muscolare e della riabilitazione. Il tutto è possibile integrando un sensore di pressione ottico di nuova ideazione nei dispositivi al fine di monitorare le interazioni con l'utente.
Il sensore OPT-IN è stato sviluppato inizialmente in ambito aerospaziale come strumento per misurare e monitorare l’attività delle mani dei piloti su comandi elicotteristici. È stato testato su simulatori di volo full-scale ed ha dimostrato ottimi risultati in termini di affidabilità, bassa latenza e linearità del segnale.
Il suo utilizzo principale in questo ambito è stato quello di fornire uno strumento affidabile, non invasivo e di facile applicazione per rilevare e quantificare interazioni avverse tra pilota e velivolo, misurando il carico di lavoro del pilota ed il suo stato di stress durante specifiche manovre sulla base dell’interazione tra mano e comando di input.
L’innovativo principio di funzionamento ottico permette al sensore di essere integrato senza soluzione di continuità in varie tipologie di dispositivi, in modo da non alterare l’esperienza utente. Il numero di sensori è facilmente variabile e possono essere opportunamente posizionati nel dispositivo in modo da generare una mappa 3d ed in tempo reale della forza esercitata da parte dell’utente con una risoluzione variabile a seconda delle necessità.
OPT-IN non richiede dispositivi wearable: l’intero processo di acquisizione è integrato nello strumento utilizzato in modo tale da permettere all’utente di iniziare l’attività senza procedure preliminari e senza dover porre attenzione ad oggetti esterni che possono essere fonte di distrazione.
Sono inoltre risolti i tipici problemi delle celle di carico tradizionali legati alla sincronizzazione dei segnali provenienti da diversi sensori, ed il segnale risultante non ha bisogno di condizionamento: questo rende il dispositivo poco ingombrante e di facile utilizzo. Anche il consumo energetico è minimo.
I dati ottenuti tramite OPT-IN possono essere salvati localmente oppure inviati ad un software di raccolta ed elaborazione dati via USB, ethernet o WI-FI. Il software dedicato dispone di un’interfaccia variabile e modulare per adattarsi alle esigenze del caso di studio.
Le informazioni che i sensori possono offrire riguardano dettagli sulla fluidità dei movimenti, la coordinazione delle dita e l’affaticamento muscolare.




OPT-IN: optical inceptor

Pierre Garbo

Pierre Garbo: Dottorando in ingegneria aerospaziale al Politecnico di Milano, esperto nello sviluppo di soluzioni hardware per la simulazione del volo elicotteristico. Inventore e sviluppatore del prototipo del sistema OPT-IN e supervisore di tutte le fasi dello sviluppo.



 Research
  K.13 (pav. K) - Pierre Garbo
 2021

Back
 
Dati aggiornati il 09/11/2021 - 11.51.35